Maietta-Verona, perché si può fare (e perché no)

Maietta-Verona, perché si può fare (e perché no)

Il difensore è in attesa di un nuovo contratto con il Bologna, ma per adesso deve aspettare

Domenico Maietta e il Verona, ossia la storia di un rapporto sentimentale che si è consolidato in quattro grandi stagioni, dal 2010 al 2014, dalla Lega Pro alla Serie A.

Il difensore è un’ipotesi di mercato reale per l’Hellas. La sua priorità, in questo momento, è arrivare al rinnovo contrattuale con il Bologna, ma per il momento la società rossoblù non ha dato segnali chiari in questo senso.

Maietta è legato da profonda amicizia a Filippo Fusco, che da ds lo portò proprio al Bologna, dopo la fine dell’esperienza al Verona. Una stima reciproca, rafforzata nel tempo.

Per questo la pista rappresentata dal centrale è percorribile. D’altro canto, tuttavia, l’operazione resta complicata. Maietta è in attesa delle valutazioni del Bologna. Lo stesso Verona si sta guardando attorno per trovare una soluzione adeguata per rimpiazzare Martin Caceres, che con il Napoli ha disputato l’ultima gara con l’Hellas e rientrerà alla Lazio.

Ad ora, quindi, le condizioni per un ritorno di Maietta all’Hellas sono ristrette. In queste settimane, durante la sosta del campionato, potrebbe però cambiare tutto. Di certo per Maietta rimettersi la maglia gialloblù sarebbe una scelta graditissima, mentre il Verona, con lui, conterebbe su un uomo di mestiere, molto navigato, per il reparto arretrato.

M.F.

@teofontana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy