SAMIR, FISICO E PIEDI BUONI, IL VERONA HA IL NUOVO CENTRALE

SAMIR, FISICO E PIEDI BUONI, IL VERONA HA IL NUOVO CENTRALE

Il brasiliano arriva in prestito con opzione per il secondo anno dal Granada di Pozzo

Avrebbe dovuto fare un anno di esperienza in Spagna, a Granada, parcheggiato lì dall’Udinese che non può tesserarlo fino a giugno, invece ne ha approfittato il Verona, assicurandosi un giovane difensore di grande potenziale.

Samir Caetano de Souza Santos, per tutti solo Samir, è un centrale mancino classe ’94, alto 1.88, che ha esordito nel campionato brasiliano già nel 2013 con la maglia del Flamengo, lanciato dal tecnico Jaime de Almeida e poi diventato titolare sotto la guida di Mano Menezes.

Con il club Rubro-Negro, nelle tre stagioni disputate, ha collezionato ben 50 presenze in campionato che, sommate a quelle delle altre competizioni brasiliane, salgono a 91 con 4 reti messe a segno: non male per un giocatore di 21 anni che per questo è nel giro nella rosa della nazionale U21 verdeoro. C’è da aggiungere che nell’ultimo anno avrebbe potuto giocare di più, ma ha subito una serie infortuni che lo hanno tenuto fuori per qualche mese.

Le sue qualità principali rispondono al nome di forza fisica e colpo di testa, non potrebbe essere da meno vista la corporatura del difensore, inoltre tratta bene il pallone coi piedi ed ha una discreta corsa, abilità gli hanno permesso di essere schierato anche come terzino sinistro.

Nel complesso, stando a quanto visto in Brasile, Samir è un giocatore dal grande potenziale, bisogna vedere se saprà adattarsi al ritmo del calcio italiano. Ora il lavoro spetta a Delneri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy