Seung-Woo Lee, una freccia coreana per Pecchia

Seung-Woo Lee, una freccia coreana per Pecchia

Dall’ascesa iniziale alle ultime difficoltà: il percorso del nuovo giocatore gialloblù

Commenta per primo!

Il Verona è pronto ad abbracciare Seung-Woo Lee, ala offensiva di 19 anni e in forza al Barcellona B.

Nonostante la giovane età, il calciatore della Corea del Sud possiede già una fama mondiale, in quanto il club catalano lo ha acquistato poco dopo che aveva spento le undici candeline. Nel corso della Danone Cup 2010, torneo di calcio riservato ai bambini co età dai 10 ai 12 anni e quell’anno organizzata a Johannesburg, gli osservatori del club di Bartolomeu rimasero impressionati dalle qualità di questo ragazzino dell’Incheon United. In particolare, erano incredibili la sua corsa e il suo dribbling.

Così, nel 2011 il Barcellona, superando l’agguerrita concorrenza di tante altre società europee, riesce ad assicurarsi le prestazioni di Seung-Woo Lee.

Se le premesse per un grande avvenire ci sono, i fatti si dirigono in una direzione opposta: anzitutto, il giovane esterno offensivo, nel corso del 2015, è al centro di uno scandalo condotto dalla FIFA, secondo cui i catalani avrebbero violato le regole sul trasferimento dei ragazzi minorenni.

Il tutto comincia quando il Barcellona, non appena Lee Seung-Woo compie sedici anni e passa nelle Giovanili A del club, proprone alla famiglia del sud-coreano la firma su due contratti: un biennale valido fino al compimento del diciottesimo anno e uno da professionista a partire dall’1 gennaio 2016. Le parti si accordano inoltre per l’inserimento di due clausole rescissorie: nel primo contratto di 3 milioni, nel secondo di 12.

Sulle tracce si Seung Woo-Lee ci sono altri club, specialmente il Chelsea. La società riesce a convincere la famiglia del calciatore e finanzia il trasferimento in Spagna trovando un lavoro al padre e ingaggiando anche il fratello minore. E’ proprio questo l’inizio della vicenda, che porterà al blocco del mercato “azulgrana” fino al 2016.

Nel frattempo, Seung Woo-Lee non riesce a ripetere sul campo quanto di buono aveva mostrato in precedenza, e il suo impiego nel Barcellona B diminuisce vistosamente. Già lo scorso gennaio si vociferava un suo prestito in Germania e in Olanda. Poi, nella tarda primavera, si segnala al Mondiale Under 20 giocato in patria, con la Corea del Sud arrivata fino agli ottavi di finale con due suoi gol e una serie di ottime prestazioni

Ora Lee è pronto per ritrovarsi a Verona, in una piazza in grado di esaltare talenti come il suo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy