Carpi, Bonacini lascia: “Noi criticati senza esserci messi in tasca un euro”

Carpi, Bonacini lascia: “Noi criticati senza esserci messi in tasca un euro”

Il patron del club emiliano: “Tutti i soldi in cassa, si faccia avanti un altro imprenditore di questa città”

di Redazione Hellas1903

Il patron del Carpi, Stefano Bonacini, lascia il club emiliano, portato dalla Serie D fino alla A. La squadra è appena retrocessa in C.

Queste le parole di Bonacini, riprese dal sito www.tuttomercatoweb.com: “La nostra avventura alla presidenza del Carpi si esaurisce qui. Abbiamo iniziato 11 anni fa tra amici e la cavalcata fatta resterà sempre nei nostri cuori. Posso dire che la città non ha sfruttato al massimo le potenzialità del nostro progetto, siamo stati in Serie A e molti anni in Serie B, si è persa un’occasione. Accetto le critiche per quanto riguarda scelte tecniche errate ma non il fatto che ci siamo arricchiti alle spalle del Carpi. I soldi del paracadute e della cessione di Lasagna sono rimasti in cassa, nessuno ha toccato nulla. Non ci siamo mai divisi un utile. Spero che il Carpi trovi un nuovo presidente che voglia investire sulla città, sullo stadio e sui centri sportivi. Quest’anno è andata male ma non posso accettare queste critiche, siamo partiti dalla Serie D e dopo undici anni lascio in Serie C, il bilancio è positivo. Lascio agli imprenditori di questa città la possibilità di guidare questa squadra, auguro loro la stessa cavalcata che ho fatto io. La società sarà iscritta al campionato di Serie C, non voglio fare brutte figure ma ho deciso di passare la mano“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy