Caso Palermo, stipendi okay, niente penalizzazione

Caso Palermo, stipendi okay, niente penalizzazione

La famiglia Mirri salda gli arretrati, ora la ricerca di un compratore

di Redazione Hellas1903

Il Palermo evita la penalizzazione in classifica, almeno per ora.

I 2.8 milioni di euro arretrati dovuti per gli stipendi sono stati coperti dalla Damir della famiglia Mirri. La dirigenza del club, con Rino Foschi e Daniela De Angeli, continua a cercare dei compratori per le quote azionarie della società.

Questo il comunicato diffuso dal Palermo.

L’U.S. Città di Palermo e la Damir srl annunciano con soddisfazione di aver raggiunto un’intesa grazie alla quale sarà possibile proseguire con rinnovato entusiasmo il cammino verso la promozione. Si apre così, con l’appassionata partecipazione di un imprenditore locale, una nuova fase della storia del Palermo, che ci si ripromette di portare all’altezza della città e della tifoseria.
Il Presidente del Palermo, Rino Foschi, ringrazia la famiglia Mirri per lo sforzo e la disponibilità dimostrati in questi giorni, a testimonianza del grande attaccamento ai colori rosanero e alla città di Palermo.
Hanno consentito di raggiungere tale importante obiettivo con il loro contributo professionale lo studio legale Mazzarella con l’avvocato Alessandro Maggio, la Capitalink con il dott. Giancarlo Ciacciofera ed il dott. Sandro Rao”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy