Pagelle, è un piccolo Verona

Pagelle, è un piccolo Verona

Silvestri evita guai peggiori, Di Carmine non si vede. Gustafson assente, difesa in panne

di Matteo Fontana, @teofontana

SILVESTRI 6,5

Tanto per non perdere l’abitudine, evita al Verona guai peggiori. Grandi parate su Haas e Moreo. Non basta per non perdere.

BIANCHETTI 5,5

Da tempo gioca senza brillantezza. Dopo tanti mesi fuori, accusa un calo palese. E da terzino non gira.

DAWIDOWICZ 5,5

Coinvolto nella generale insicurezza della difesa. Serata da ex con pochi segnali positivi (eufemismo).

EMPEREUR 5,5

Il mezzo voto in più è dettato dalla grinta che lui, perlomeno, ci mette sempre. Sul piano del rendimento, in realtà, è farraginoso e incerto.

BALKOVEC 5

Non spinge mai, dal suo piede sinistro non esce nessun pallone insidioso per il Palermo. E in copertura va in affanno.

FARAONI 5,5

Dopo la grande serata con il Brescia, appare affaticato. Centrocampista adattato, non può essere il jolly per tutte le stagioni.

GUSTAFSON 5

Non pervenuto, e tanto basta.

ZACCAGNI 5,5

Ci prova finché trova qualcuno a dialogare con lui, ossia per 30’ del primo tempo. Pochino, già.

LEE 5

Tutto questo fumo per niente. Cammina per il campo e non incide, facendo solamente confusione.

DI CARMINE 4,5

Il contatto con Bellusci, con il signor Giua che gli nega il rigore, è l’unico momento in cui si nota.

DI GAUDIO 4,5

Palermo è la sua terra, aveva una gran voglia di farsi valere, ma incappa in una partitaccia. Fallisce il gol del pari in maniera rumorosa.

 

PAZZINI 5,5

Subito ammonito, non si vede.

HENDERSON 5,5

Ininfluente

MATOS 6

Va a un passo dall’1-1. Brioso, perlomeno nel contesto di un Verona mediocre.

 

GROSSO 5

L’Hellas non ha mordente né idee. Addio (per chi ancora ci credeva) alle chance di promozione diretta, un Verona così non potrà avere sorte migliore nei playoff.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy