Hellas Verona Women, capitan Ambrosi: “Che orgoglio”

Hellas Verona Women, capitan Ambrosi: “Che orgoglio”

La giocatrice gialloblù: “In famiglia questa maglia è una tradizione”

di Redazione Hellas1903

Caterina Ambrosi, capitano dell’Hellas Verona Women, parla, intervistata dal sito ufficiale del club, dell’emozione di vestire la maglia gialloblù.

Dice: «La fascia al braccio è un’emozione tanto forte. Vengo da questi luoghi, sono nata e cresciuta a Verona, quindi vestire la maglia ed essere addirittura il capitano dell’Hellas Verona è un vanto per me e per i miei familiari. Siamo tanto legati al calcio e alla storia che ha Verona con il calcio. Un orgoglio. Sicuramente la mia famiglia mi ha aiutato molto, a partire dai nonni patitissimi per il calcio, poi mio cugino e due miei amici sono stati i miei primi compagni di gioco. Il calcio è sempre stato un gioco: è partito perché mi divertivo e tuttora continua perché mi diverto. Il mio più grande obiettivo è quello di divertirmi giocando con le compagne e con la squadra, finora ci sto riuscendo e smetterò soltanto quando non ci riuscirò più”.

Poi: “Il mio percorso? Se si vuole arrivare a certi livelli bisogna saper sacrificare anche le cose più semplici. Per esempio un pomeriggio che si vuole trascorrere fuori lo si passa invece al campo ad allenarsi. Non ci sono sacrifici enormi, ma piccoli sacrifici che vanno fatti giorno per giorno, però se si riescono a vivere emozioni come quello dell’esordio o quello del primo gol si è ripagate di tutto quello che si è fatto. Per me l’esordio è stato qualcosa di veramente forte, perché vedere una bandiera come Melania Gabbiadini uscire dal campo per farmi esordire mi ha fatto tremare le gambe”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy