CINQUE COSE CHE HO VISTO IN CARPI-VERONA

CINQUE COSE CHE HO VISTO IN CARPI-VERONA

L’Hellas delude ancora. Ecco che cosa non va

1) Doveva essere la partita della vita, o quantomeno della cintola. Doveva essere una di quelle “da non sbagliare”, “da vincere”, “quelle che davvero ci interessano”. Speriamo parlassero del Capri e non del Carpi. Speriamo che questo non fosse un match da dentro o fuori. Perché se lo è stato, perché se il Verona ha dato tutto ciò che aveva, le cose sono nere senza nemmeno passare per un paio di sfumature di grigio.

2) Ieri durante “91′ minuto” su Telenuovo è arrivata una telefonata interessante: “Tutti in società dicono ‘aspettiamo di recuperare gli infortunati e poi…’. Ma chi dice che una volta rientrati le cose cambieranno, che si ricomincerà a vincere?”.

3) Singoli e gioco. A sostegno di quanto sopra: mancando in modo imbarazzante un’idea di gioco in questo Verona prenderebbe 5 in pagella anche Messi (se giocasse, dipende dal modulo…). Un allenatore in bilico, in una squadra ultima in classifica, prova, inventa, rischia. Qualcosa fa. Propongo di sospendere i voti in pagella fino ad allora, che senso hanno?

4) Il rappresentante del prestito obbligazionario che mette i soldi per il Verona, nonché formalmente presidente dell’Hellas, Maurizio Setti, ha detto che “Mandorlini è blindato e sta con noi”. Decisione legittima. Ma la domanda è: fino a quando? E se si perde o pareggia contro il Bologna? Io non sono tra quelli che pensano che il cambio in panchina risolva tutto, ma i finanziatori o la società hanno in mente altre soluzioni che noi comuni corvi e delegittimatori sconosciamo?

5) E sul cambio di allenatore. Dopo che Setti, ha pubblicamente sberlinato Guidolin, dicendo che può anche andare in vacanza, faccio presente che partita dopo partita, pareggio dopo pareggio e sconfitta dopo sconfitta, l’appeal della panca Gialloblù diventa sempre più ad imbuto: meno partite mancheranno alla fine, meno saranno gli allenatori di un certo livello che verranno a rischiare una retrocessione per ingaggi che non supereranno mai quello dell’attuale tecnico.

5 bis) Ah sì, perdonatemi. Ieri si è giocata la partita. Tutto bene. Tutti felici perché è un punto importante. Senza Rafael oggi staremmo parlando d’altro. “I calciatori hanno preso in mano la partita” ha detto il Grigio a fine match, uscendo dalla sala in cui proiettavano un’altra partita. “Hanno fatto due tiri” ha continuato: 2′ Matos da fuori, di poco a lato; 7′ Lasagna a tu per tu con Rafael; 12′ Lasagna tira, Rafael fa il miracolo; 13′ colpo di testa di Matos e miracolo al quadrato del santo brasiliano; 37′ Gabriel Silva, ancora pericolo. Mister, uno dei due ha sbagliato partita. E spero di essere stato io.



6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. GINO DAL BAR - 1 anno fa

    Tutto bello, ma un paio di domandine sorgono spontanee:
    1) Visto che è la seconda volta che rimarchi il discorso sulla proprietà…perchè quando facevi il coordinatore della radio ufficiale dell’Hellas Verona, non ponevi mai questa domanda? Cos’è cambiato da allora? Perchè tutta questa acredine da parte tua nei confronti della società?
    2) Nell’articolo http://www.calcioefinanza.it/2015/10/12/proprieta-hellas-verona-i-dubbi-del-corriere-della-sera-sul-ruolo-di-setti/ si scrive che una parte del prestito è stato rimborsato da Setti? In che percentuale? Quante rate mancano? Si, lo so che non c’è scritto…appunto…fai questo scoop.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bennycalasanzio - 1 anno fa

      Buongiorno “Gino dal Bar”, sono Benny. Molto interessanti e legittime le sue domande. Mi trovo solo in difficoltà a confrontarmi, con la mia faccia, con una persona sicuramente degna ma purtroppo anonima. Capisce che mettersi in gioco in una discussione falsata in partenza non è giusto né stimolante. Se cambiasse idea io sono qui, perché si fanno cose giuste e cose sbagliate, l’importante è assumersi sempre le proprie responsabilità. Cordialità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GINO DAL BAR - 1 anno fa

        …vedi, purtroppo non mi interessa minimamente confrontarmi con te, come non mi interessava avere risposte a domande retoriche…consigliavo piuttosto di approfondire il discorso “proprietà”, ma non per dare una risposta solo a me, ma per “informare” i tifosi gialloblu. Voi giornalisti frequentantatori dei salotti televisivi (e qui mi scappa sempre una grassa risata sul discorso ” ci metto la faccia” vostro leitmotiv preferito), purtroppo spesso dimenticate che il vostro compito sarebbe principalmente quello di informare…invece vi limitate al neologismo “opinionare”.
        Lo “scoop” del Corriere è stato fatto, presumo, facendo delle semplici Visure Camerali, utilizzando le banche dati europee…non trovi curioso che dal 01/07/2012, ovvero da quando Setti ha acquisito la società, nessun giornalista veronese ci abbia mai pensato? Io si. Come trovo curioso che proprio adesso, nel peggior momento dell’era Setti, qualcuno cavalchi questa notizia….senza almeno provare ad approfondirla.
        Saluti e baci.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. bennycalasanzio - 1 anno fa

          Come vuole lei. Ma come lei non è interessato alla mia opinione, io non lo sono a confrontarmi o dare risposte ad uno che non ha nemmeno le palle per firmare i suoi pensieri. Cordialmente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. GINO DAL BAR - 1 anno fa

            …addirittura le “palle” servono…caspiterina…come quelle che hai avuto tu nel dare notizie sulla proprietà quando lavoravi per loro? Aspetto fiducioso notizie sulla proprietà da un giornalista con le “palle”. Porta i miei saluti al fans club.

            Mi piace Non mi piace
  2. tizianoederl_723 - 1 anno fa

    Il grigio è troppo bello, chiamatelo Teston !!!! Bell’articolo, condivido.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy