Ora parli il campo, Verona servono i punti!

Ora parli il campo, Verona servono i punti!

Trasferte con Sampdoria e Lazio, poi il Torino. L’Hellas affronta il momento più delicato della stagione

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

Dopo lo sfogo di Maurizio Setti, il Verona prova a parlare sul campo. Lo deve fare in una situazione di classifica malferma e con tre turni in fila dai quali sarà dura ottenere punti. Molto difficile, ma indispensabile per non trovarsi a dover affrontare rincorse improbabili. E’ il momento più delicato della stagione.

L’Hellas parte per Genova con la consapevolezza (triste) che fuori casa riesce a fare meglio. Con la forza di aver sbancato Firenze. La vittoria, clamorosa, è stata ridicolizzata come estemporanea dai sentenziosi del pallone. Bene, si dimostri il contrario. Sampdoria e di seguito Lazio, in trasferta, in un momento delicatissimo come l’attuale, sono due montagne che paiono invalicabili ma che vanno affrontate, pur nelle intemperie del momento, a suon di piccozze e ramponi.

Il nuovo corso del Verona si poggia sullo sbocciare definitivo del talento di Kean, sul fisico di Petkovic, sulle intuizioni di Matos. Sulla torre Vukovic. Ma soprattutto, dato che questo potrebbe non bastare, sulla nuova energia di un gruppo scremato negli effettivi, sulla cui bontà della scelta parleranno i risultati. Di certo preferiamo vedere qualche lottatore in più, che gente che solo sulla carta ha fatto la differenza. Si sta retrocedendo, mica abbiamo 30 punti. Fuori i secondi, grazie!

La squadra deve comunque battagliare ogni volta contro i propri limiti, che possono essere colmati unicamente da una truppa cementata negli intenti e dalla voglia di far proprio ogni pallone. Una scommessa gigante. Eccessiva? Si vedrà.

Dopo Samp e Lazio, c’è il Torino al Bentegodi. In queste tre gare servono almeno tre punti per tener viva la speranza.

In bocca al lupo, Verona. Non deludere la gente gialloblù che ti sostiene e che soffre per te, anche se, comprensibilmente, si infuria perché la classifica piange. E che è più numerosa di quanto pensi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy