Calamai: “Cassano al Verona è la magia del calcio”

Calamai: “Cassano al Verona è la magia del calcio”

L’inviato della Gazzetta dello Sport: “Con lui e Cerci è un Hellas intrigante”

Luca Calamai, inviato e grande firma de “La Gazzetta dello Sport”, scrive, sulla Rosea di oggi, un editoriale sull’arrivo all’Hellas di Antonio Cassano e Alessio Cerci.

Osserva Calamai: “Il neo promosso Verona aveva bisogno di impreziosire la rosa con figure di alto profilo. Missione compiuta.La palla ora passa al tecnico Pecchia. Toccherà a lui creare il giusto habitat tattico per due rinforzi con grande entusiasmo, ma che devono ritrovare un minimo di brillantezza fisica”.

Poi: “L’allenatore potrebbe affidarsi al 4­-2-­3-­1, il modulo caro al suo maestro Rafa Benitez. Il vero Cerci ha sempre fatto la differenza sulla corsia esterna. Deve solo ritrovare la gamba giusta e il clima agonistico. Nell’Atletico ha disputato appena due partite. Niente. Cassano, invece, è nato per muoversi dietro a una prima punta. Dribbling e tocco non vanno mai in pensione. Ma al campione barese servirà tempo per ritrovare la rapidità nei movimenti”.

Chiude Calamai: “Il Verona diventa una delle squadre più intriganti di un campionato d’agosto appena iniziato. Scopriremo se Cassano è sempre Fantantonio. Sperando di non restare delusi: queste storie un po’ folli e un po’ romantiche sono la magia del calcio”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy