D’AMICO: “IL VERONA HA I MEZZI PER RISALIRE”

D’AMICO: “IL VERONA HA I MEZZI PER RISALIRE”

Il procuratore: “L’Hellas ha bisogno di trovare un po’ dell’autostima che aveva negli anni passati”

Da anni uno dei principali procuratori nel panorama calcistico italiano e non solo, Andrea D’Amico ha parlato ai microfoni di hellas1903.it del momento del Verona e del mercato gialloblù.

13 giornate di campionato già trascorse e solo 6 punti raccolti finora dal Verona. Quali le cause di questo avvio negativo dell’Hellas?

Non è una situazione facile da analizzare. Mi dispiace molto che il Verona si trovi in questa situazione di classifica, chiaro che l’infortunio di Toni è stato molto pesante. Io penso che i gialloblù abbiano i mezzi per risalire, visto anche ciò che hanno fatto negli ultimi due anni, sia per l’esperienza del gruppo che come qualità. È un campionato molto strano un po’ per tutti, questo.

Qualche settimana fa il presidente Setti ha detto che il Verona ha fatto il miglior mercato possibile. Come giudica il lavoro di Bigon?

Io sono d’accordo con Setti, perché comunque hanno preso un ottimo giocatore come Pazzini, poi sono stati un po’ falcidiati dagli infortuni. Conosco Bigon da tanti anni ed è un’ottima persona e un ottimo professionista: sono convinto che abbia fatto il meglio con le risorse che aveva a disposizione.

Secondo lei l’Hellas avrà bisogno di intervenire sul mercato a gennaio?

Dipende sempre dalle situazioni che si profilano, difficile dirlo adesso. Bisognerebbe sentire le richieste dell’allenatore, valutare tante situazioni. Secondo me il Verona ha un organico competitivo, ha bisogno di trovare un po’ di autostima che aveva negli anni passati. I risultati ti danno anche la forza di giocare il tuo calcio, come ha fatto l’Hellas in passato. Col Napoli li ho visti molto bloccati e sicuramente questo non agevola questa condizione psicologica.

La mancata cessione di Sala è stata vista come uno dei migliori acquisti estivi, ma il giocatore non si è ancora espresso sui suoi livelli abituali. Da uomo di mercato, il suo cartellino si è svalutato rispetto ad agosto?

Non mi permetto di entrare nelle questioni di giocatori che non rappresento. È un buon giocatore, mi sembra che il suo percorso sia stato purtroppo condizionato da diversi infortuni, ma da fuori non voglio giudicare.

Quest’estate il nome di Aquilani, suo assistito, è stato accostato anche al Verona, prima del suo trasferimento allo Sporting. Ci sono state delle possibilità reali di vederlo in gialloblù?

No, solo fantamercato.

Domenica il Verona affronterà il Frosinone in trasferta: è l’ultima spiaggia per l’Hellas?

Non credo sia un’ultima spiaggia, però è chiaro che bisogna cominciare a fare i tre punti. Il Frosinone, che sembrava la cenerentola del campionato, sta facendo il suo. Queste sono partite importanti perché sono proprio contro i diretti concorrenti per la salvezza: bisogna vincerle.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy