Renica: “Hellas, ti salvi con la difesa. Grave l’addio di Caceres”

Renica: “Hellas, ti salvi con la difesa. Grave l’addio di Caceres”

L’ex di Verona e Napoli: “I gialloblù ce la possono fare, ma devo migliorare dietro. E domani…”

di Raffaele Campo

Alessandro Renica, fino a poco tempo tecnico della Grumellese, squadra di Serie D, in carriera ha giocato sia con il  Verona che con il Napoli. Con la formazione azzurra ha vinto gli scudetti del 1986-87 e del 1989-90.

Raggiunto da www.hellas1903.it, fa il punto sulla situazione dell’Hellas prima della gara del “San Paolo”: “La squadra può raggiungere la salvezza, ma serve la fase difensiva, indispensabile per l’obiettivo. Fabio Pecchia deve organizzare meglio questo aspetto”.

Rimanendo in tema difesa, quanto può pesare l’addio di Caceres?

“Tanto, perché è un giocatore di qualità. Sarà un danno grave”.

Domani l’Hellas gioca a Napoli. Che tipo di partita dovrà disputare per mettere in difficoltà la squadra di Sarri?

“Dovrà tenere i ritmi alti e non cercare solo di difendersi. Per i numeri che ha, il Napoli non ha punti deboli. Il Verona dovrà pressare molto in modo da non fare ragionare il Napoli, altrimenti il match finisce con un punteggio non calcistico ma tennistico”.

Ora si riapre il mercato. Senza fare nomi, che tipo di giocatori servono al Verona?

“Un centrale difensivo ci vorrebbe assolutamente. Magari anche un centrocampista che dia geometrie. Ma i gialloblù hanno le qualità per salvarsi, ho visto buoni giocatori. Devono crescere ma le qualità ci sono”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy