Tim Parks: “Se tifi Verona sei nato per soffrire”

Tim Parks: “Se tifi Verona sei nato per soffrire”

Lo scrittore inglese: “Hellas in A in extremis, come il mio ultimo libro”

1 Commento

Tim Parks, scrittore inglese, ha raccontato in “Questa pazza fede” la passione per il Verona.

Ora vive a Milano per lavoro e parla dell’Hellas in un’intervista rilasciata a “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola.

Dice Parks: “Quando una persona segue il Verona, sa già che dovrà scordarsi di vincere con facilità, di competere per i più grandi traguardi. Ma non gliene frega nulla: è una questione d’identità. Al di là della categoria, l’Hellas è qualcosa che fa parte di te. Non essere promossi sarebbe una delusione sportiva, ma il Verona c’era ieri, c’è oggi e ci sarà domani”.

Sulla corsa alla Serie A, l’autore originario di Manchester aggiunge: “Il mio ultimo libro s’intitola “In extremis”. Mi auguro che proprio in questo modo il Verona sia promosso. Quest’anno sembrava tutto semplice, invece eccoci qua, alle solite. Nessuna sorpresa: se sei dell’Hellas sei nato per soffrire”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. onlin_447 - 5 mesi fa

    E’ falso che se sei del Verona non puoi puntare ai grandi traguardi. Lo abbiamo dimostrato nel 1985. Poi ti dovrai accontentare di qualche grande traguardo. Tra l’altro un altro grande traguardo è stata la vittoria della classifica marcatori con Toni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy