A GENOVA ALTRA OCCASIONE, QUANTE ANCORA?

A GENOVA ALTRA OCCASIONE, QUANTE ANCORA?

Con la Samp servono punti

Sbaglia chi pensa che i punti il Verona debba conquistarli con le cosiddette concorrenti per la salvezza. Essere arrivati a fine ottobre senza una vittoria è un fatto al limite del clamoroso per una squadra con un potenziale (anche con gli infortunati) certamente superiore all’attuale classifica.

A Genova, sponda Samp, c’è una squadra con una società in discussione, reduce da una prova anonima e perdente a Frosinone. Una squadra con grandi talenti ma che ha incassato più reti dei gialloblù (12 a 11). Perforabile, dunque. Dopo l’occasione persa con l’Udinese eccone un’altra.

Nella testa di molti c’è la tentazione di pensare che pazienza con Sampdoria e Fiorentina, tanto poi avremo partite più facili. Niente di più pericoloso però deve albergare, e ci auguriamo (ma immaginiamo pure) sia così, nelle menti di società, allenatore e calciatori. Domenica servono punti, fine. E serviranno anche con la Fiorentina, prima della sfida al Carpi.

Il messaggio del ds Bigon “Siamo anche sfortunati” sa di rassegnazione. La sfortuna la si calcia assieme al pallone nella rete avversaria. Parlare di sfortuna dopo che ci si è fatti recuperare il vantaggio acquisito in cinque gare su otto è un oltraggio agli sfortunati veri. Preferivamo le strigliate di Sogliano che metteva in discussione tutti (allenatore compreso) quando ce n’era bisogno. E funzionava. Siamo all’ennesimo “Dai che stavolta gira la ruota”. A Genova, può, è necessario, deve girare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy