Aggressione ad Avellino, Taccone: “Incidente increscioso, nulla a che vedere con il calcio”

Aggressione ad Avellino, Taccone: “Incidente increscioso, nulla a che vedere con il calcio”

Il presidente del club campano: “Appena ho incontrato Setti l’ho abbracciato e mi sono scusato a nome di tutti”

Per Maurizio Setti e Luca Toni giungono ulteriori dichiarazioni di solidarietà per l’aggressione subita ieri pomeriggio poco prima del match al Partenio

Questa volta, a parlare è il presidente dell’Avellino, Walter Taccone, intervenuto ai microfoni di “Otto Channel 696”. Il massimo dirigente irpino racconta la dinamica del suo incontro con Setti in tribuna.

Così Taccone: “Sono arrivato allo stadio intorno alle 14,20, 14,25, e mi hanno raccontato dell’accaduto. Ho chiamato in ospedale perché mi hanno detto che era lì, ma non era vero. Inizialmente sono riuscito a rintracciare Setti. Alle 14,50 sono salito in tribuna e sono stato informato che era lì. L’ho subito raggiunto e l’ho abbracciato, scusandomi a nome mio, della società e della città di Avellino. È un incidente increscioso che non ha nulla a che vedere con il calcio”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy