BATTISTINI: “GOLLINI? HA PERSONALITA’, MA E’ ANCORA UN PO’ ACERBO”

BATTISTINI: “GOLLINI? HA PERSONALITA’, MA E’ ANCORA UN PO’ ACERBO”

Il pensiero dell’ex gialloblù sulla giovane promessa del Verona.

Graziano Battistini, ex gialloblù, portiere della fantastica annata 1998-1999 che ha visto il ritorno dell’Hellas nella massima serie, parla del nuovo talento veronese tra i pali: Pierluigi Gollini.

Cosa ne pensa lei di Gollini, da esperto in materia?

Secondo me Pierluigi Gollini ha fatto intravedere, nonostante la sua età, una personalità spiccata. Ed è un punto di partenza molto importante. Ricordo quando io ero a Verona e c’era Frey, in un’annata che da un certo punto ha detto male a me e bene a lui. Ecco lui era un ragazzo che oggettivamente aveva bisogno di lavorare tanto dal punto vista tecnico-tattico, però aveva questa gran personalità. Quindi secondo me bisogna riconoscere anche a Gollini questa personalità: l’ha fatta sicuramente vedere. Detto questo ho la sensazione che sia un portiere che ha dei mezzi importanti e in questo momento è in crescita, però dall’altra parte si è notato anche che la serie A in alcuni momenti lo mette in difficoltà. Per il suo sviluppo io credo che sarebbe importante giocare con continuità in una situazione adeguate per poter crescere e fare il salto. Sicuramente può avere un buon futuro, ora secondo me è ancora acerbo.

Tra i portieri del Verona (Rafael, Gollini e Coppola), chi crede possa giocare in questo Verona? 

Mah, io faccio un’analisi. Credo che in questo momento andare in porta a Verona sia veramente difficile: la situazione talmente delicata che quando sbagli niente hai già sbagliato troppo. Ormai non c’è più margine. E quindi…Coppola è un ragazzo che ha fatto una gran carriera, ma in questo momento ha dimostrato anche a Napoli che ha bisogno di tempo per riprendere le distanze, ma sappiamo benissimo chi è e quello che può dare. Rafael…ormai è diventato veronese, lo conosciamo tutti e sappiamo che ha dei pregi e dei difetti. Il pregio maggiore è quello di aver stupito tutti e aver dimostrato di poter stare in serie A, anche se in questo momento appena commette un errore viene subito messo sulla graticola, come se avesse un debito con la piazza. Questo è la sensazione che ho. Su Gollini mi sono già espresso: credo che lavorando bene, con una crescita consona, possa provare a diventare il futuro del Verona.A

Alla domanda secca, chi mette lei tra i pali, cosa risponde?

Non credo di poter rispondere. Per fare una valutazione seria bisognerebbe seguirli tutti i giorni, ma credo che potenzialmente potrebbero starci tutti e tre. Gollini se si sceglie freschezza ed entusiasmo, però mettendo in conto di dovergli inevitabilmente perdonare qualcosa. Rafael, bisogna vedere come sta fisicamente e psicologicamente, dopo le tante critiche che ha ricevuto. Oppure puntare sulla grandissima esperienza di Coppola che è un portiere che, una volta ritrovate le misure, può dare una certa garanzia.

Anna Fabrello

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy