BIGON: “MANDORLINI RISCHIA? ASSOLUTAMENTE NO”

BIGON: “MANDORLINI RISCHIA? ASSOLUTAMENTE NO”

Il ds: “Il mister è il motore della squadra. Paghiamo infortuni e sfortuna. Rimbocchiamoci le maniche”

Il ds Bigon parla dopo Verona-Udinese. Queste le sue dichiarazioni: “Dobbiamo stare uniti per raggiungere la vittoria il prima possibile, che ci è sfuggita spesso nella fine. Dobbiamo fare qualcosa in più tutti. Abbiamo pagato tanto le assenze, però non dobbiamo avere alibi. Dobbiamo solo lavorare e farlo al massimo per uscire da questa situazione. Questa è la nostra stagione e quindi bisogna fare qualcosa in più per raggiungere la salvezza.  Paghiamo davvero tanto gli infortuni, perché c’è chi ha giocato tanto e invece molti hanno dovuto recuperare in fretta. Questa rosa è competitiva. Poi, purtroppo, la fortuna non ci ha aiutati. Sono qui a parlare perché vogliamo sottolineare che la società è solida con la squadra. Il segnale è quello di unione e di fiducia verso una squadra in cui abbiamo fiducia. Tutti dobbiamo fare qualcosa in più. Dobbiamo cercare dentro di noi la forza di fare i 3 punti.
Vittoria che non arriva? Oggi credo che abbiamo fatto la nostra partita, ripartivamo bene e secondo me forse meritavamo più noi.
Atteggiamento sbagliato? Dopo il gol è normale difendersi. Ci siamo abbassati solo negli ultimi 15 minuti. Dopo il pareggio siamo saliti noi quindi direi che è normale.
Quale potrebbe essere la scintilla? La vittoria. Dobbiamo allenarci bene tutti insieme senza infortuni. Pazzini oggi ha giocato con il dolore”.
Su Mandorlini dice Bigon: “Lui non è in discussione. Lui rimane il nostro mister e lo sarà ancora. Non rischia, assolutamente no. Non è una domanda che sta in piedi perché non è mai stato nemmeno pensato dalla società. Ritiro? Avanti così. Sono contrario a priori, noi corriamo e lottiamo, non sono in discussione la voglia e il lavoro. Dobbiamo crescere di personalità”.

“Momento difficile? Solo psicologicamente. Abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato. Però ribadisco: questo gruppo va avanti dritto e unito. Il mister, i calciatori e la società. Oggi l’Udinese ha fatto forse 3 tiri in porta. Ripartivano bene e li mettevamo in difficoltà però poi hanno pareggiato. Va così, ma non bisogna abbattersi, l’importante è non avere infortuni e lavorare con calma.

Sugli infortuni? Quando sono traumatici non puoi fare tanto. È difficile capire cosa si potrebbe fare per evitarli. Non deve diventare un alibi però, le risorse ci sono. Lavoriamo bene e i risultati arriveranno. Questa rosa è all’altezza.
Mercato? Assolutamente no. Non c’è tempo per inserirli e poi non vedo soluzioni. Mandorlini è il motore di questa squadra.
Quest’anno ci sarà da soffrire, rimbocchiamoci le mani”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy