“Brocchi si nasce, campioni si diventa” lo slogan ora di moda che nacque a Verona

“Brocchi si nasce, campioni si diventa” lo slogan ora di moda che nacque a Verona

Il tecnico rossonero, prossimo avversario, fu grande protagonista nella vittoria della Serie B ’98/99 e in serie A l’anno successivo

La vittoria del Carpi, stasera, contro il Milan sancirebbe la matematica retrocessione del Verona in Serie B, chiudendo definitivamente il discorso salvezza per i gialloblù.

Parlando di Hellas, Serie B e Milan, c’è un persona che condivide queste tre esperienze: Christian Brocchi. Il tecnico del Diavolo, che tornerà da avversario al Bentegodi il prossimo lunedì 25 aprile, conta oltre 50 presenze in maglia gialloblù.

Brocchi era arrivato nell’estate del ’98, comprato da Rino Foschi dal Lumezzane per circa due miliardi di lire, quando il Verona era in Serie B e sulla panchina c’era Prandelli. Proprio in quella stagione i gialloblù vinsero il campionato, risultato a cui il centrocampista contribuì con 32 presenze condite da 6 gol.

L’anno successivo, stagione ’99/00, Brocchi aiutò la squadra a raggiungere uno splendido nono posto in classifica con 27 presenze e 2 gol alla sua prima esperienza in Serie A. Al termine del campionato venne ceduto all’Inter, prima di proseguire la sua carriera tra Milan, Fiorentina e Lazio.

Lo slogan ora ripreso anche dai tifosi del Milan “Brocchi si nasce, campioni si diventa” nacque in riva all’Adige, e fu stampato su una maglietta realizzata da Gambini Sport che andò a ruba: il centrocampista entrò decisamente nel cuore dei tifosi gialloblù.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy