Buon Verona, a Carpi è 1-1

Buon Verona, a Carpi è 1-1

Pazzini risponde al vantaggio di Lasagna, bella prova dei gialloblù di Pecchia al “Cabassi”

Un buon Verona pareggia 1-1 a Carpi, con Pazzini (ora a quota 15 gol in campionato) che risponde al vantaggio di Lasagna. Bella prova dei ragazzi di Pecchia, che dimostrano carattere andando a rimontare lo svantaggio iniziale e, per quanto visto nei 90 minuti, avrebbero meritato qualcosa in più.

Hellas in campo al “Cabassi” con Nicolas in porta, Pisano, Bianchetti, Caracciolo e Souprayen dietro, Zaccagni, Fossati, Romulo a centrocampo e Bessa, Siligardi e Pazzini in avanti.

Il Carpi risponde con Belec tra i pali, Struna, Romagnoli, Gagliolo, e Letizia dietro, Concas, Mbaye, Crimi, Di Gaudio a centrocampo e Lollo-Lasagna in attacco.

Primo squillo del Verona dopo 8 minuti. Romulo, da fuori area, va al tiro con il destro, Belec blocca senza problemi. I gialloblù fanno fatica a tenere palla, il Carpi gioca con grande aggressività e non lascia spazi per l’avanzata degli uomini di Pecchia. Al 14′ arriva il vantaggio dei padroni di casa. Siligardi perde palla a centrocampo, Crimi verticalizza subito per Lasagna che, approfittando anche dell’uscita fuori tempo di Nicolas, insacca a porta vuota.

Il gol sveglia il Verona, che tenta subito di reagire. Pazzini prova a suonare la carica, i difensori del Carpi non usano certo le maniere gentili, eppure è l’attaccante gialloblù il primo a prendersi il giallo per proteste. Poco dopo saranno Romagnoli e Letizia gli ammoniti nella retroguardia di Castori.

22′, cross di Souprayen dalla sinistra, Silgardi cerca la girata al volo dal limite ma manda alle stelle. Poco dopo ci prova ancora Siligardi, su un bell’invito di Pisano dalla destra: colpo di testa a lato. Al 27′ è di nuovo il fantasista mancino gialloblù a rendersi pericoloso: il suo sinistro velenoso viene deviato da Belec in calcio d’angolo. Ancora Hellas vicino al gol al 32′: Bessa manda al tiro Siligardi, diagonale di poco a lato. La gara resta nervosa, scintille Nicolas-Crimi al 35′. Concas, al 43′, lascia il posto a Bianco.

45′, pericoloso cross di Souprayen dalla sinistra: Gagliolo è decisivo nel salvare in corner da dentro l’area piccola e anticipare Siligardi pronto a insaccare sul secondo palo. Il gol del pari arriva allo scadere di primo tempo. Azione avviata da Fossati, scambio di prima tra Siligardi, Souprayen e Zaccagni, bravo a liberare al tiro Pazzini: l’attaccante, a tu per tu con Belec, è freddissimo e insacca. Pareggio tanto meritato quanto pesante.

L’arbitro Pasqua continua a estrarre gialli anche nella ripresa. Ammoniti, nel primo quarto d’ora, Struna, Bianchetti e Souprayen. Primo cambio nel Verona al 18′: dentro Luppi al posto di Bessa. Pecchia prova ad alzare i ritmi di una gara che, nella ripresa, offre poco in termini di occasioni da rete. Punizione di Romulo al 22′, Luppi di poco non arriva all’impatto di testa. Dentro anche Gomez, al 25′, per Siligardi. Occasione Verona al 28′: cross di Luppi dalla destra, Belec salva su colpo di testa ravvicinato di Romulo e respinge. Destro di Letizia dalla distanza al 35′, palla a lato. Entra Boldor per Caracciolo, infortunato, al 36′. Nel Carpi esce Lollo per far posto a Bifulco. Ammoniti anche Gomez e Boldor nel Verona. 44′, cross di Souprayen dalla sinistra, Belec fa suo il colpo di testa di Juanito. A Castori va bene il pari e al 45′ inserisce Poli al posto di Di Gaudio. Grande chance per Pazzini nel recupero, ma il suo tiro viene ribattuto, poi Romulo manda fuori da pochi passi. Brivido poco dopo, quando Letizia manda alto un calcio di punizione da posizione molto pericolosa.

Finisce 1-1 a Carpi. Hellas che rimane in testa alla classifica, a quota 38 punti, anche se ora alla pari del Frosinone, vincente sul Benevento allo scadere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy