Cassano un anno dopo: ora “chiama” il Parma

Cassano un anno dopo: ora “chiama” il Parma

Un’estate fa la telenovela del fantasista a Verona. Adesso vorrebbe tornare in Emilia

di Redazione Hellas1903

Un’estate fa la telenovela di Antonio Cassano (che oggi compie 36 anni) a Verona era appena agli inizi.

Fu breve e colma di sorprese, all’insegna delle immancabili “cassanate”. L’Hellas elaborò persino un decalogo comportamentale per il fantasista, ma non ebbe modo di applicarlo.

Cassano, pochi giorni dopo l’arrivo tra fuochi d’artificio in gialloblù, manifestò l’intenzione di lasciare il Verona. Nel giro di qualche ora, in una paradossale conferenza stampa, fece marcia indietro.

In realtà l’addio fu solamente rinviato. Chiuso il ritiro, Cassano annunciò il divorzio dall’Hellas, firmò un accordo per cui, avesse trovato una squadra, avrebbe dovuto versare una penale al Verona e se ne andò.

Forse Cassano si rese conto subito delle carenze dell’organico dell’Hellas, cosa dichiarata in seguito. Forse, rientrato in gioco dopo un lungo periodo di inattività, i problemi di adeguamento ai ritmi della preparazione lo indussero a cedere. Forse nello spogliatoio non trovò la sintonia che voleva avvertire.

Il fatto che rimane è che, da allora, Cassano non ha ricevuto l’offerta che l’avrebbe indotto a rientrare sul campo da calcio.

Adesso l’ultima indiscrezione riporta del suo desiderio di tornare al Parma, appena risalito in A. In Emilia ha giocato e dato spettacolo per un anno, ma con la crisi del club, destinato al fallimento, lasciò a gennaio 2015. Per il momento, Cassano rimane distante. Quel balletto  con l’Hellas non fece bene a lui, ma ancor di più danneggiò il Verona, che azzardò l’ingaggio di un campione che poteva essere soltanto una suggestione per i gialloblù e che tale è rimasto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy