“Ci sentiremo grandi e per sempre sarà”: buon 12 maggio, Verona.

“Ci sentiremo grandi e per sempre sarà”: buon 12 maggio, Verona.

Oggi ricorre il trentunesimo anniversario dello scudetto gialloblù. La memoria e il sogno

Era il 12 maggio 1985 e, come oggi, la giornata era piovosa. Il Verona, a Bergamo, pareggiò per 1-1 con l’Atalanta, con Preben Elkjaer che rispose al gol di Eugenio Perico. L’Hellas di Osvaldo Bagnoli fu campione d’Italia, vincendo matematicamente lo scudetto con un turno di anticipo.
Dopo trentuno anni l’emozione è sempre forte, la memoria e il sogno non cambiano.
Per ricordare quel che avvenne e le sensazioni provate, riportiamo il testo di “Disco Scudetto”, la canzone che uscì in quelle settimane e che è un inno che il tempo non può scalfire.
“Che forza noi tifosi veri
nei nostri cuori una squadra gialloblu
che ci fa sognar
che ci fa sperar
che la vittoria arrivi primo o dopo per noi
che voglia noi di gridare
che abbiamo questo sogno tricolore qui nel cuore
lo scudetto a noi per sempre resterà
viva verona calcio e verona città
un grazie a chi ci ha scaldato i cuori
a tutti i giocatori che hanno vinto il tricolore
anche se sarà l’unica volta noi
ci sentiremo grandi e per sempre sarà
un grazie poi a tutta la gente
che in qualche modo ha aiutato i gialloblu
anche a loro va tanta felicità
viva i tifosi e viva la città
adesso in noi è festa grande
e tutti insieme canteremo il tricolore
lo scudetto è dipinto gialloblu
e in tanti saremo in tanti, chi ci ferma più
ed ecco qui questa canzone
che tutti insieme per la squadra canteremo
tutti santi voi uniti e stretti noi
in un unico coro pieno di felicità
ed ecco qui questa canzone
che tutti insieme per la squadra canteremo
lo scudetto a noi per sempre resterà
viva Verona calcio e Verona città”
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy