Delneri doppia Mandorlini, ma non basta

Delneri doppia Mandorlini, ma non basta

In quattordici turni il tecnico di Aquileia ha ottenuto dodici punti: per la salvezza serve di più

Torniamo indietro di qualche mese, più precisamente al 30 novembre 2015, giorno in cui Andrea Mandorlini è stato esonerato. Dopo cinque anni al timone del Verona, la sconfitta con il Frosinone nel quattordicesimo turno e l’ultimo posto in classifica sono stati fatali per l’allenatore ravennate, al quale è seguito Delneri. Ora, esattamente quattordici giornate dopo la deludente trasferta in terra ciociara, è tempo di fare due conti e confrontare l’operato dei tecnici.

Con Mandorlini, i gialloblù non avevano vinto una sola partita in campionato e la squadra era il fanalino di coda della classifica, a sei punti. Le assenze di giocatori importanti hanno sicuramente influito sui risultati: Toni e Pazzini si sono infortunati nello stesso periodo, lasciando il mister senza una vera alternativa per il ruolo di centravanti; Ionita non è stato convocabile per un’operazione chirurgica e ora vediamo quale contributo può dare nel centrocampo gialloblù. In sostanza, mancava quella spina dorsale capace di fornire idee e spunti al gioco offensivo.

La situazione non è migliorata con l’arrivo di Delneri. Se da un lato i punti conquistati sono saliti a dodici e i tifosi hanno potuto gioire per le vittorie con Atalanta e Chievo, la classifica racconta ancora di un Verona ultimo. Non sono mancate le occasioni fallite dai gialloblù – Empoli e Palermo su tutte – e dopo un buon avvio, anche le soluzioni proposte dal 4-4-2 delneriano sono finite per fossilizzarsi sui lanci lunghi alla punte, intervallati dalle galoppate di uno Wszolek in gran forma, ma non certamente un fuoriclasse.

La distanza dalla quartultima posizione, attualmente occupata dal Palermo, è di nove punti e le partite a disposizione sono ancora dieci: finchè c’è possibilità, c’è ancora speranza, ma per la salvezza servono risultati decisamente migliori di quelli ottenuti finora da entrambe le gestioni.

Con Mandorlini: 6 punti | 0 vittorie | 10 gol segnati | 24 gol subiti

Con Delneri: 12 punti | 2 vittorie | 14 gol fatti | 24 gol subiti

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy