DELNERI: “I TIFOSI SARANNO IL NOSTRO UOMO IN PIÙ”

DELNERI: “I TIFOSI SARANNO IL NOSTRO UOMO IN PIÙ”

Il tecnico dell’Hellas: “Resto se si retrocede? Verona è una squadra da A anche se va in B”

Gigi Delneri a Telearena parla del cammino fin qui fatto all’Hellas: “Due partite che ricordo con rabbia sono sicuramente quelle contro Empoli e Palermo. Ci sarebbe servito un po’ più di “fattore C”, ma quelle gare ci hanno mostrato che potevamo giocarcela con tutti, peccato che ora paghiamo più di quello che bisognerebbe. Quattro punti in più avrebbero dato maggiore tranquillità.”

Sulla lotta salvezza: “Fuori casa abbiamo perso solo con Lazio e Juventus, ora bisogna fare punti in casa. La classifica è difficile da accettare, non dobbiamo sbagliare e bisogna combattere fino alla fine. Vogliamo essere una sorpresa per gli altri: un conto è lottare per la salvezza dall’inizio, un altro è partire bene e finire a lottare per non retrocedere. Speriamo in attimi di sbandamento delle altre squadre per approfittarne”.

Tornando all’attualità e al derby imminente dice il mister gialloblù: “Rebic ora sta bene ma non gioca da un mese. Da Emanuelson aspetto una crescita dal punto di vista fisico. Servono motivazioni per entrare in campo, chi giocherà domenica saprà sicuramente dare il suo contributo.”

Sul Chievo: “La formazione del Chievo è pericolosa, Maran è stato bravo ad inserire i giocatori nel contesto giusto, inoltre la squadra può giocare tranquilla vista la classifica. Noi dobbiamo essere il miglior Hellas per ottenere i tre punti.”

Sul tifo gialloblù: “I tifosi sono spettacolari. Dimostrano un attaccamento alla maglia e affetto per squadra e giocatori eccezionali. Loro sono davvero una delle forze del Verona e sabato saranno l’uomo in più per noi. La retrocessione sarebbe un peccato per la tifoseria e per la città. Se resto in caso di retrocessione? Dico che Verona è una squadra da A anche se va in B”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy