Delneri: “La squadra è viva, ora bisogna vincere gli scontri diretti”

Delneri: “La squadra è viva, ora bisogna vincere gli scontri diretti”

Il tecnico: “Il Carpi gioca un calcio aggressivo, siamo concentrati per dare il massimo”

Gara delicata per il Verona, pronto ad affrontare il Carpi, al Bentegodi, domani pomeriggio. Gigi Delneri, in conferenza stampa, parla così della partita.

“Quali sono le difficoltà di domani? Il dover vincere. Dobbiamo dare tutto per restare agganciati al treno salvezza. È così da 15 partite, tante le abbiamo fatte col ritmo giusto, alcune le abbiamo sbagliate. Per restare agganciati bisogna vincere gli scontri diretti e domani faremo di tutto per fare i tre punti. A Firenze abbiamo dimostrato che la squadra è viva. Ci sono stati dei miglioramenti, per i punti fatti nel ritorno saremmo quasi a metà classifica. Il Carpi è una squadra tosta, con giocatori che mettono in campo grande energia e intensità. Fanno un calcio molto aggressivo, con giocatori che corrono e lottano”.

Sulle condizioni dei singoli dice. “Devo verificare nella rifinitura, sono tutti abbastanza disponibili. Pazzini, Moras, Gomez sono tutti da valutare. L’esclusione di Gomez domenica scorsa? Una scelta tecnica per avere una rosa più ristretta e per il fatto che a Firenze giocavo con una sola punta, nulla a che fare con il comportamento. Gollini? Sta facendo bene, anche grazie ai propri compagni. Deve fare tesoro di questa annata e che non la prenda come punto di arrivo ma un punto di partenza per migliorare sempre”.

Conclude il tecnico. “L’approccio negli scontri diretti è stato sempre buono, è mancato il risultato. Siamo concentrati sulla partita, dobbiamo scendere in campo per vincere. Setti? È venuto a trovarci, ha stimolato la squadra a dare il massimo. Lui ha sempre sentito le partite quest’anno, questa magari in modo particolare. Cercheremo di dargli una soddisfazione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy