DERBY STORY, CHIEVO IN VANTAGGIO

DERBY STORY, CHIEVO IN VANTAGGIO

Sei vittorie per la squadra della Diga, cinque per l’Hellas, tre i pareggi. E tante sfide emozionanti

Il Chievo è in vantaggio nel computo dei derby di Verona. Hellas battuto sei volte, vincente in cinque occasioni, tre i pareggi.

L’ultimo X è uscito a maggio: frizzante 2-2 a suon di botta e risposta. Per trovarne un altro bisogna tornare al 1998: 0-0 tra il Verona di Cesare Prandelli e il Chievo che era stato appena affidato alla coppia Balestro-Miani dopo l’esonero di Mimmo Caso.

In parità si chiuse anche la prima stracittadina, giocata il 10 dicembre 1994: 1-1, rigore di Fabrizio Fermanelli, risposta di Bobo Gori.

Nella gara di ritorno vinse il Chievo per 3-1. L’Hellas si impose per la prima volta a novembre 1995: 2-1, a segno Fabrizio Cammarata e Nicola Zanini, prima della rete di Michele Cossato. E il Verona si impose anche ad aprile 1996, grazie a un gol di Totò De Vitis.

Gialloblù scatenati nel 1997: 4-0, una valanga siglata da Leo Colucci, Alfredo Aglietti, Eugenio Corini e Marco Giandebiaggi. Ma nel ritorno l’Hellas perse per 2-0.

Detto dello 0-0 del 1998, nel 1999 il Chievo ebbe la meglio con un altro 2-0, e pure con due rigori parati da Graziano Battistini a Ciro De Cesare.

Il 18 novembre 2001, il primo, storico derby in Serie A. Partita elettrizzante, sotto la pioggia, sfida sulla scacchiera tra Alberto Malesani e Gigi Delneri. Chievo in testa alla classifica, sensazione del campionato, e avanti con Eriberto e un rigore realizzato da Corini. Sempre dal dischetto accorcia Oddo. Poi, autogol di Lanna e sorpasso Hellas con il gol di Mauro German Camoranesi. Malesani corre sotto la Curva Sud per esultare, lancia la giacca a vento in parterre con dentro telefonino e chiavi di casa.

Al ritorno, però, il Chievo si prende la rivincita: 2-1, segna Mutu, replica una doppietta di Federico Cossato. Il 5 maggio 2002 il Verona retrocederà in B, il Chievo accederà alla Coppa Uefa.

Derby che si gioca, così, a distanza di undici anni. Beffa per l’Hellas, battuto all’ultimo secondo da una rete di Lazarevic. Ad aprile il riscatto: 1-0 con il timbro di Luca Toni. Nel dicembre successivo, tuttavia, è il Chievo a sorprendere il Verona, decide un gol (in fuorigioco) di Alberto Paloschi.

Infine, l’ultimo 2-2.

Sabato, il duello numero 15 della serie.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy