E IL 5-3-2 NON VUOL DIRE SOLTANTO EMERGENZA

E IL 5-3-2 NON VUOL DIRE SOLTANTO EMERGENZA

Cambio di modulo per il Verona: una scelta che convince

Nuovo assetto tattico per il Verona. Testato da Andrea Mandorlini con l’Inter, il 5-3-2. Nella bilancia degli episodi l’Hellas ha finito per perdere, ma avrebbe potuto ottenere (la consolazione è magra) ben altro risultato.

Il modulo adottato a San Siro è derivato dall’emergenza, con i tanti assenti e per l’infortunio di Luca Toni, ideale interprete del 4-3-3 gialloblù.

Ma quel 5-3-2 ha convinto. L’Hellas ha sofferto poco, è stato beffato da una delle rare offensive nerazzurre. E non ha mai mancato l’occasione per ripartire e punzecchiare l’Inter, sfiorando in almeno tre occasioni il gol.

Un’idea, quella di Mandorlini, che potrà essere ripresa a breve, e anche al di fuori del momento difficile, a causa del lungo elenco di giocatori out, in cui si trova il Verona.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy