E VA BENE COSÌ… SENZA PAROLE!

E VA BENE COSÌ… SENZA PAROLE!

Soffrire fa bene, perdere ancor di più

“Ho guardato dentro una bugia e ho capito che è una malattia che alla fine non si può guarire mai, e ho cercato di convincermi che tu non ce l’hai”.

Va bene così, allora. Dobbiamo convincerci tutti che questa è la strada giusta, la guida giusta, la squadra giusta, l’atteggiamento (che parola del c@zzo) giusto. Perché soffrire fa bene, perché perdere ancor di più, perché sì: stringiamoci attorno ai nostri eroi che i punti arriveranno.

Il Verona calpestato nei colori, bucato in ogni dove, ultimo della classe tira un casino, pare. Setti ne è quasi entusiasta. Iscritti ufficialmente all’Albo dei raccoglitori di briciole del campionato, ci si appresta ad affrontare le altre disperate Carpi e Bologna, che mal comune fa mezzo gaudio. Allora sì che ci divertiremo, e magari vinceremo. Così andremo incontro ad una delle salvezze più esaltanti della storia, da restar senza parole. “E se sarà dura.. la chiamerò sfortuna, maledetta sfortuna!” Oh, ragazzi! Mica roba da poco, e che volete di più?

Foto Getty Images

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy