Fossati e il momento no Hellas: “Sento e leggo cose assurde”

Fossati e il momento no Hellas: “Sento e leggo cose assurde”

Il centrocampista: “Ci sono sempre momenti difficili, ora vinciamo col Bari”

Marco Fossati ha parlato in conferenza stampa dal centro sportivo di Peschiera, rispondendo alle domande dei rappresentanti dei media.

Sulle due sconfitte: “Con il Novara la voglia di pareggiare ci ha portato a disunirci, è venuta meno la maturità della nostra squadra. A Cittadella credo che siano stati gli episodi a causare la sconfitta. Cinque gol su palla inattiva pesano molto anche sul piano mentale.”

Sui 9 gol in due partite: “Un dato che risalta all’occhio. Bisogna analizzare come li abbiamo subiti e da lì migliorare. Serve un grande lavoro dietro, solo così possiamo crescere.”

Problema tattico? “Non credo. Abbiamo giocato tante partite e le abbiamo vinte, ora ne abbiamo perse due. Non è un problema fisico perchè in settimana lavoriamo con instensità. Quello che conta è l’aspetto mentale.”

Reazione? “In 5 anni in B non ho mai fatto un percorso lineare, ci sono sempre momenti difficili. L’importante è rimanere positivi e imparare dagli errori.”

Ora il Bari: “Preferisco affrontare avversari forti. Li conosco perchè ci ho giocato, la loro squadra è costruita per vincere e adesso, con il nuovo allenatore, stanno bene. Noi ci stiamo preparando bene per la partita e c’è entusiasmo.”

Sulla possibilità di perdere la vetta: “Andremo in campo per vincere, indipendentemente dai risultati delle altre squadre. Dobbiamo pensare a noi stessi e battere il Bari.”

Sulle notizie negative: “Sento e leggo cose assurde. Quando le cose vanno male si cercano sempre pretesti, ma al momento ci sono solo chiacchiere. Abbiamo un gruppo sano ed è brutto destabilizzarlo con certe notizie. Non c’è nulla di vero.”

Lite tra Pisano e Romulo col Trapani? “Non c’è mai stato nessun caso e i due hanno risolto subito. In momenti così difficile serve fare gruppo ancora di più. La stampa spesso destabilizza ma noi ci dobbiamo fare scivolare tutto addosso.”

Bentegodi decisivo? “Sì, giocare in casa dà sempre qualcosa in più. I nostri tifosi sono venuti in massa a Cittadella e hanno continuato a cantare anche dopo il quarto gol del Novara. Dobbiamo mostrare sul campo che noi ci siamo anche per loro.”

Sulle responsabilità: “Non me l’aspettavo. Il mister e la società mi hanno dato tanta fiducia. Mi sento preso in considerazione dai compagni.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy