Franquito Zuculini, l’arma in più per la battaglia finale

Franquito Zuculini, l’arma in più per la battaglia finale

Pecchia cerca di gestirlo ma al Verona serve la sua grinta a centrocampo

di Jacopo Michele Bellomi, @jjbellomi

Franco Zuculini è tornato titolare in campionato dopo più di un anno dall’ultima volta: il centrocampista, infatti, si era infortunato durante la trasferta di Trapani del 1 aprile 2017, riportando la rottura del legamento crociato.

Un lungo calvario quello di Zuculini, che ha dovuto sottoporre il ginocchio alla terza operazione chirurgica della sua carriera, e che di conseguenza non ha potuto essere a disposizione di Fabio Pecchia in questa difficile stagione.

Ora Franco è tornato e il suo contributo in termini di grinta e temperamento si è visto contro il Cagliari, match in cui ha sfiorato anche la rete, annullata poi per un fuorigioco di Cerci. Il Verona con l’argentino in campo ha una marcia in più, dispone di un maggiore dinamismo in mediana, senza contare che Franco è un trascinatore per tutto il gruppo gialloblù.

Fabio Pecchia dovrà cercare di dosare il minutaggio di Zuculini, giocatore unico per caratteristiche nella rosa dell’Hellas ma che deve fare i conti con un ginocchio di cristallo. Perderlo nuovamente per la volata finale sarebbe un guaio per i gialloblù: il Verona ha estremo bisogno della grinta dell’argentino se vuole centrare l’obiettivo salvezza.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy