GOL SU CALCI DA FERMO, IL VERONA E’ TERZO

GOL SU CALCI DA FERMO, IL VERONA E’ TERZO

C’è una classifica speciale che vede sorprendentemente i gialloblù ai vertici

Suona strano, eppure è così. Bisogna ingegnarsi per trovarla, ma esiste una classifica in cui il Verona non è nelle ultime posizioni. Si parla di gol su calci piazzati.

Le reti messe a segno dai gialloblù sono pochissime, otto per l’esattezza, il peggior attacco del campionato. E quasi tutte vengono da calci da fermo. Partiamo dai rigori: due per il Verona trasformati da Toni e Pazzini (e sono anche gli unici due gol siglati dai due big che hanno dovuto fare i conti con i tanti infortuni). Poi c’è quella punizione di Pisano che, nel pareggio contro l’Atalanta, si è insaccata direttamente in rete. E siamo a tre. Ma non si ferma qui la lista dei gol nati da un calcio piazzato: Viviani contro il Torino ha pennellato per la testa di Gomez. E l’angolo di Sala che ha trovato Ionita per il gol della bandiera contro la Samp. Potremmo poi aggiungere anche i gol di Helander e Pisano, venuti di conseguenza ad una punizione, ma non li contiamo per scelta.

Sono sei quindi le reti da calci piazzati. Meglio del Verona solo la Fiorentina, che si aggiudica il titolo di specialista con sette gol da gioco fermo, il Milan e Roma, con le quattro punizioni di Pjanic, e i sei centri a testa. E poi il Verona che in questa speciale classifica supera squadre come il Napoli, la Juve e tutte le altre del campionato.

Ma…dati positivi o negativi? Beh si direbbe un valore aggiunto. Sì, per le altre, visto che oltre dai calci da fermo trovano la via del gol anche con il bel gioco e azioni pericolose. Per i gialloblù invece confermano la difficoltà di costruire da dietro e arrivare in area facendo realmente paura agli avversari.

Anna Fabrello

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy