Hellas, Pecchia: “Col Milan bisogna tenere il campo per 90 minuti”

Hellas, Pecchia: “Col Milan bisogna tenere il campo per 90 minuti”

Il tecnico gialloblù: “Chi toglierei a loro? Tutti pensano a Suso, io dico Donnarumma”

Fabio Pecchia, alla vigilia della gara di campionato che vedrà il Verona affrontare il Milan, ha risposto alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa.

Sulla gara: “Questa sarà una partita diversa rispetto a quella di Coppa. Non mi è piaciuto come abbiamo interpretato la gara a Milano: contro queste squadre bisogna tenere il campo per 90 minuti. Negli ultimi giorni abbiamo potuto lavorare sugli aspetti negativi”.

Continua il mister: “Dispiace per la sconfitta di mercoledì perchè era un’opportunità importante che abbiamo perso. Con un divario tecnico importante, appena si abbassa la concetrazione vieni punito”.

Il punto debole del Milan e quale giocatore gli toglieresti? “Direi il ritmo delle due fasi. Tutti gli toglierebbero Suso, io invece dico Donnarumma”.

Sul calcio d’inizio alle 12:30: “Non cambia niente anche perchè noi ci alleniamo la mattina. Anche l’ultima gara di campionato l’abbiamo giocata a pranzo, mi piacerebbe che questa terminasse con un risultato diverso”.

Chi può spostare gli equilibri nel Verona? “Cerci nelle ultime gare è stato quello più determinante per qualità e forza fisica. Ha recuperato per affrontare la gara al meglio”.

Fares è infortunato. Caceres a sinistra? “Ho diverse soluzioni, devo vedere anche le condizioni dei miei giocatori prima di decidere”.

Pazzini? “Veniva da 20 giorni di stop, ho fatto altre scelte per la Coppa. Ora sta meglio, ha smaltito il problema e lo vedo più reattivo dal punto di vista fisico”.

Le voci societarie influiscono? “Questa notizia è l’ultimo dei miei problemi, l’unico è la classifica. La squadra è concentrata sul campo”.

Giocatori di esperienza dal mercato? “Ci sono partite troppo importanti per pensare al mercato. La nostra squadra è giovane e ci sono vantaggi e svantaggi. Io devo lavorare soprattutto sui primi”.

Sul pubblico gialloblù? “Abbiamo bisogno della nostra città, mi rendo conto che i risultati possono pesare. Noi dobbiamo offrire prestazioni convincenti, il pubblico è intelligente e sa valutare quanto la prestazione è di valore”.

 

J.M.B.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy