Il Verona crea e distrugge, rimonta Spal, a Ferrara è 2-2

Il Verona crea e distrugge, rimonta Spal, a Ferrara è 2-2

L’Hellas in vantaggio di due reti sparisce dal campo e nel finale si fa raggiungere

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

Il Verona getta al vento la possibilità di vincere a Ferrara dopo essere passato in vantaggio per 2-0 con i gol, nella ripresa, di Cerci (rigore) e Caceres. La Spal, alla fine merita il 2-2 ma è l’Hellas a spianare la possibilità del recupero facendosi schiacciare dopo il 70’, non riuscendo più ripartire e a tenere palla. I cambi di Pecchia stavolta non hanno funzionato, anzi. Sull’1-0 l’allenatore toglie l’unico in grado di dare profondità, Kean, per inserire Valoti. E il finale è amaro, perché i gialloblù avevano troppo bisogno di un’altra vittoria per rilanciare le speranze di salvezza.

4-4-2 di Pecchia che ritrova la linea difensiva migliore: Caceres a destra, in mezzo Ferrari e Caracciolo, a sinistra Fares. In mezzo ci sono Romulo, Buchel, Bessa e Verde, in avanti ci sono Cerci e Verde. Bruno Zuculini, non al meglio, siede in panchina e così Pazzini.

Semplici risponde con il 3-5-2. Gomis in porta, i tre centrali sono Salamon, Vicari e Cremonesi, a centrocampo ci sono  Lazzari, Grasso, Viviani, Rizzo e Mattiello, attacco con Paloschi e Borriello.

PRIMO TEMPO, GARA VIVACE, VERONA COMBATTIVO

Il predominio della Spal dura pochi minuti. Dopo sette minuti Nicolas in uscita ferma Grassi, la gara si fa poi equilibrata, il Verona prende campo e sono vari i cambi di fronte. Cerci  si muove bene a destra. Al 15’ entra in area  e tira a giro, con  Gomis che respinge. Romulo sbaglia qualche pallone, la Spal riparte in contropiede. Buchel va di sostanza a centrocampo. Borriello al 21’ è pericoloso, anche se Ferrari lo contiene. I ritmi sono alti, l’Hellas va vicino al gol al 41’ con Kean che è bravo a liberarsi al limite, calcia ma Gomis para a terra. Al 44’ Romulo si incunea grazie a un rimpallo, entra in area ma viene stoppato da un intervento miracoloso di Lazzari.

SECONDO TEMPO, IL VERONA VA A SEGNO, LA SPAL PRENDE I PALI

L’Hellas parte in avanti. Romulo, che calcia male un corner, al 5’ calcia dal limite, la palla è centrale eGomis blocca. Borriello prende un giallo al minuto nove e si aggiunge a Viviani e Buchel sul taccuino di Rocchi.

FALLO DI VIVIANI, RIGORE E GOL DI CERCI!

La gara si sblocca al 10 minuto. Alla prima efficacie discesa di Caceres sulla destra, l’uruguaiano dal fondo serve l’accorrente Cerci. Su di lui, da dietro, Viviani commette fallo, Rocchi non ha dubbi e indica il dischetto. Cerci calcia angolato alla destra di Gomis il cui tuffo è vano.

L’Hellas resta alto e prova il raddoppio. Al 17’ Kean va in contropiede, fornisce un assist a Caceres che si è fatto tutto il campo ma che non riesce ad agganciare. La Spal reagisce e prova a pungere. Il primo cambio di Pecchia è Valoti per Kean al 18’. Una sostituzione che lascia molto perplessi perché il giovane attaccante stava tenendo alta la squadra. Semplici risponde con un doppio cambio: Schiattarella e Floccari al posto di Rizzo e di Borriello, che se la prende col pubblico che lo fischia.

RADDOPPIO DEL VERONA, SUPER VERDE E CACERES FA IL CENTRAVANTI: 0-2!!

Nel momento in cui la Spal sembra prendere campo il Verona colpisce ancora. Daniele Verde va in magnifico contropiede al 25’, si fa 40 metri prima di servire in verticale Caceres, che è straordinario nella corsa e nell’esecuzione da centravanti consumato trafiggendo Gomis.

DUE PALI DELLA SPAL, GROSSI FA TREMARE NICOLAS.

La Spal ha in Grossi il calciatore che più ci crede. Con due inserimenti il centrocampista mette in serissimo pericolo la porta del Verona. Il tiro di destro al volo al 29′ viene deviato da Nicolas sul palo interno. Al 31’ Grasso stacca in altissimo e di testa centra il secondo legno con Nicolas che guarda e raccoglie la palla che rimbalza. Verona fortunato, serve anche quello. Calvano debutta in serie A sostituendo un acciaccato Verde al 35’. Non inciderà, come Pazzini, entrato al posto di Cerci (dolore all’adduttore) al 29’ e mai visto in campo.

Al 39’ l’Hellas rischia grosso, perché la Spal segna con Floccari ma Rocchi annulla per un dubbio fallo dello stesso su Nicolas, che pare più perdere la palla che venire colpito dall’attaccante.

SUICIDIO VERONA, PALOSCHI SEGNA, ANTENUCCI PAREGGIA

Su una palla lunga Paloschi supera troppo facilmente Ferrari e Caracciolo e trafigge Nicolas. Il gol è meritato, come meritato, a fronte di una sparizione dal campo del Verona, il pareggio che arriva su rigore per un fallo sciagurato di Caracciolo su Floccari. Antenucci la mette dentro.

FINALE INCANDESCENTE

In contropiede Romulo dal limite calcia, Gomis si getta, la palla va a campanile e fuori di un soffio. Nel recupero c’è un braccio di Caracciolo in area. Rocchi soprassiede. La Spal spinge ancora e sfiora la vittoria.

Finisce 2-2, ma il Verona getta via una grande chance, anche perché occasioni del genere non possono capitare spesso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy