Il Verona regge finché può, poi vince il Napoli. Pazzini flop

Il Verona regge finché può, poi vince il Napoli. Pazzini flop

2-0 per gli azzurri che dominano la gara ma passano solo al 66′. Verona coraggioso ma è troppo il divario tra le due

Il Verona regge per 66 minuti al San Paolo, grazie a una buona difesa e alla buona sorte, prima di crollare sotto la potenza di fuoco del Napoli che domina la gara e vince 2-0 con largo merito. L’Hellas fa quello che può, due pali lo salvano, una certa solidità difensiva regge l’urto dei forsennati partenopei, ma riesce a riproporsi pochissime volte, pur coraggiosamente provandoci.

FORMAZIONI

Pecchia dà continuità ai giocatori che hanno fatto sudare la Juventus e ripropone lo stesso modulo, il 4-2-3-1. Davanti al solito Nicolas ci sono Ferrari, Heurtaux, Caracciolo, Caceres; Buchel e Bessa in mezzo, Verde a destra e Fares a sinistra;  Romulo dietro la punta Kean.

Sarri schiera il Napoli con il consueto 4-3-3 e manda in campo i titolarissimi: in porta Reina, in difesa Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui, a centrocampo Allan, Jorginho e Hamsik. Davanti i soliti tre, Callejon, Mertens e Insigne.

Il direttore di gara è Abisso da Palermo, che già aveva arbitrato i gialloblù nel derby con il Chievo alla nona giornata.

Si gioca in uno stadio San Paolo gremito. Sono 249 i tifosi che hanno seguito l’Hellas in trasferta.

PRIMO TEMPO, DOMINA IL NAPOLI MA IL PALO E NICOLAS SALVANO IL RISULTATO

Il Napoli è padrone del campo già dai primi minuti, gli scambi rapidi portano gli azzurri in area di rigore più volte e Insigne, al 5′, prova il tiro da fuori.

Il Verona si fa avanti in contropiede all’8′, con un cross di Ferrari su cui Kean non può arrivare. Ci riprova poco dopo Verde ma la difesa del Napoli chiude bene.

Occasione per il Napoli al 12′ minuto. Il Verona si dimentica Cellejon in area di rigore, lo spagnolo riceve il pallone a calcia a incrociare: palla fuori di poco e sospiro di sollievo per i gialloblù. L’attaccante ci riprova al 15′ con un tiro da fuori area che termina decisamente alto e non impensierisce Nicolas.

Un minuto più tardi è Mertens che si scatena. Prima colpisce il palo dopo un’uscita a farfalle di Nicolas, poi impegna il portiere gialloblù due volte. Al 21′ Insigne che fa gridare al gol il San Paolo, ma il suo tiro a giro da fuori area termina di pochissimo a lato e il risultato rimane sullo 0-0.

Il Verona prova a reagire ma il suo possesso palla è sterile e subisce il pressing del Napoli. Al 31′ Callejon scatta sul filo del fuorigioco, Allan tocca dietro e Insigne, da dentro l’area, calcia alto. Romulo recupera palla al 37′ e parte in contropiede, serve in fascia Fares che viene messo giù dai difensori del Napoli, per Abisso non c’è fallo e lascia correre. Bella azione del Napoli al 41′, palla messa dentro da sinistra, Hamsik fa da sponda ad Allan che spara alto. Gli azzurri ci riprovano al 45′, Insigne taglia e mette dentro ma nessuno riesce a colpire il pallone. Passa meno di un minuto ed è Mertens che prova a rientrare e battere Nicolas, tiro di poco a lato.

Il primo tempo termina con un dominio assoluto del Napoli. La percentuale di possesso palla dice 71 a 29 per gli azzurri, i tiri sono 10 a 1.

SECONDO TEMPO, ALTRO PALO DI CALLEJON, POI SEGNA KOULIBALY

Insigne impegna Nicolas in corner al 3′. Lo sparito non cambia, il Napoli viaggia a doppia velocità in avanti anche se l’Hellas prova a proporsi con Kean. Nicolas para facilmente un colpo di testa di Hamsik al 10′.

Pecchia decide di mandare in campo Pazzini al 13′, esce Kean. Un minuto dopo Insigne, di testa, coglie un palo clamoroso alla destra di Nicolas imbeccato da Callejon. Il Verona arretra, il Napoli lo schiaccia, l’area gialloblù diventa un flipper. Heurtaux chiude Mertens all’ultimo al 20′.

Il Napoli passa subito dopo. Al 21′ parte un angolo da destra, Nicolas si fa anticipare da Koulibaly che di testa insacca. Vane le proteste di Pecchia e Corrent, espulsi dall’arbitro, per un fallo del difensore in elevazione su Caracciolo. Male il Var che non interviene per verificare.

Il monologo azzurro continua, nel frattempo Pazzini non tocca un pallone e nemmeno ne tiene su uno, il suo ingresso in campo è irrilevante e da bocciare. Calvano entra per Bessa al 33′.

CALLEJON FA 2-0 E CHIUDE LA GARA

Il Napoli raddoppia al 33′ con Callejon lanciato dalla sinistra da Insigne. Lento, nell’occasione, Caceres. Nicolas finisce in porta con la palla.

Felicioli sostituisce Verde prima che si veda Pazzini, che scatta sul filo del fuorigioco, si mangi il gol davanti a Reina, trovandosi quasi senza la forza necessaria per calciare.

Finisce 2-0, la nota positiva della giornata è che Crotone e Spal perdono. Tra due settimane si torna in campo contro i calabresi al Bentegodi. La gara sarà di estrema importanza. Per allora Pecchia potrà contare su nuove risorse dal mercato. Petkovic e Matos dovrebbero arrivare a giorni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy