L’AVVERSARIA, FOCUS SUL CARPI

L’AVVERSARIA, FOCUS SUL CARPI

Il Verona affronterà gli uomini di Sannino per una sfida fondamentale in chiave salvezza

Dopo la vittoria contro il Torino, all’esordio sulla panchina del Carpi, Sannino viene da tre sconfitte consecutive contro Atalanta (3-0), Bologna (2-1) e Frosinone (2-1). Il tecnico, subentrato a Castori alla settima giornata, gioca di solito con il 3-5-2, anche se nella gara disputata mercoledì a Frosinone è sceso in campo con il 4-3-3. Gli emiliani si trovano in questo momento all’ultimo posto della classifica assieme al Verona, a quota cinque punti. Questa la rosa dei prossimi avversari dell’Hellas.

DIFESA. Molti dubbi, in casa Carpi, sul portiere titolare sul quale fare affidamento. Nelle prime dieci giornate, infatti, hanno già giocato tutti e tre: Brkic, Benussi e Belec. Quest’ultimo, da quando c’è Sannino, è sempre stato schierato dal primo minuto: salvo sorprese dovrebbe essere lui a difendere la porta contro il Verona. Nei tre di difesa c’è Zaccardo (capitano) con Spolli e Romagnoli. In alternativa anche Bubnjic si gioca un posto da titolare con gli ultimi due. Inizialmente Sannino ha utilizzato anche Gagliolo (un terzino) come centrale sinistro: soluzione non più adottata nelle ultime due gare.

CENTROCAMPO. Inamovibili, finora, i due esterni: a sinistra c’è Gabriel Silva, a destra agisce invece Letizia. Le rispettive alternative sono Gagliolo e Wallace. Davanti alla difesa è rientrato da poco Marrone. Alla sua destra gioca di solito Cofie (Bianco l’alternativa), mentre per il ruolo di terzo centrocampista Sannino può schierare Fedele (in dubbio per la gara di domenica), Lollo o Lazzari (in quel ruolo ci sarebbe anche Martinho, che tuttavia sta recuperando da un infortunio). Completano il reparto Pasciuti, Gino e Iniguez, finora mai utilizzati in campionato.

ATTACCO. Pesante l’assenza di Borriello, espulso nella gara contro il Frosinone e squalificato per tre giornate. In dubbio anche la presenza di Mbakogu, neanche convocato nell’ultima gara per un problema al ginocchio. L’Hellas dovrà fare attenzione soprattutto all’imprevedibilità di Ryder Matos, classe 1993 in prestito dalla Fiorentina (foto Getty Images). Con lui potrebbe giocare dal primo minuto Kevin Lasagna, attaccante scuola Chievo che nella stagione 2012-2013 ha giocato nel Cerea in Serie D. Completano il reparto l’esterno offensivo Di Gaudio e Wilczek, attaccante polacco rientrato da poco a disposizione del tecnico.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy