L’AVVERSARIA, FOCUS SUL FROSINONE

L’AVVERSARIA, FOCUS SUL FROSINONE

Gli uomini di Stellone hanno raccolto 10 punti nelle ultime quattro gare casalinghe

Prossimo avversario del Verona, domenica alle 15, il Frosinone occupa attualmente il terzultimo posto in classifica con 11 punti, 5 in più dell’Hellas. Gli uomini di Stellone pagano soprattutto l’avvio di stagione, con quattro sconfitte nelle prime quattro giornate. Dopo il pareggio allo Juventus Stadium, infatti, i ciociari hanno saputo sfruttare al meglio il fattore campo, avendo raccolto tre vittorie (contro Empoli, Sampdoria e Carpi) e un pareggio (2-2 con il Genoa) nelle ultime quattro gare interne. Questo il 4-4-2 di Stellone che affronterà i gialloblù.

DIFESA. In porta c’è Nicola Leali, estremo difensore giovane (classe ’93) ma già con una buona esperienza da titolare alle spalle. Crivello è il terzino sinistro titolare (Pavlovic il sostituto), mentre a destra si alternano Rosi e Matteo Ciofani. Al centro della difesa Diakité e Blanchard formano la coppia titolare (Russo e Bertoncini le alternative), ma da questa settimana a disposizione c’è anche Ajeti, difensore centrale ex Basilea arrivato a parametro zero.

CENTROCAMPO. Sono quattro i giocatori che Stellone alterna in mezzo al campo e che vantano praticamente lo stesso numero di presenze: Sammarco, Gori, Chibsah e Gucher. Qualche certezza in più per quanto riguarda gli esterni: a sinistra gioca Danilo Soddimo, a destra Luca Paganini. Tonev è la prima scelta per quanto riguarda i sostituti, davanti a Frara e Verde (classe ’96 in prestito dalla Roma).

ATTACCO. Il tandem d’attacco è costituito da Daniel Ciofani e Federico Dionisi (capocannoniere del Frosinone con 3 reti). Samuele Longo, ex Hellas, entra spesso a gara in corso ma non ha ancora trovato la via del gol. Completano il reparto Massimiliano Carlini e Nicolas Castillo.

L’ULTIMA VOLTA. Verona e Frosinone si sono affrontate solamente due volte in totale (nel 2006/2007 in Serie B). Nell’unica gara disputata al “Matusa” furono i padroni di casa a centrare il successo nelle battute finali: dopo il vantaggio di Margiotta e il pareggio dell’Hellas su autorete di Pagani, Fialdini siglò il 2-1 nei minuti di recupero.

(foto Getty Images per Gazzanet)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy