L’AVVERSARIA, FOCUS SUL SASSUOLO

L’AVVERSARIA, FOCUS SUL SASSUOLO

Alla scoperta della squadra di Di Francesco, in piena corsa per l’Europa League

Il Verona affronterà domenica, al Bentegodi, un Sassuolo in piena corsa per un posto in Europa League: sesto posto e 26 punti in campionato per i neroverdi, che hanno anche una partita in meno (quella di sabato scorso contro il Torino, rinviata per nebbia). Gli uomini di Di Francesco, reduci dalla vittoria per 3-1 sul campo della Sampdoria, hanno perso solo tre gare fino a questo momento, ma tutte lontano dalle mura amiche: contro Empoli, Milan e Genoa. Questo il 4-3-3 degli emiliani.

DIFESA. In porta gioca l’ex Atalanta Consigli, ormai da due stagioni estremo difensore del Sassuolo. Nel ruolo di terzino destro c’è un ottimo elemento come Vrsaljko, mentre a sinistra agisce Peluso. La coppia centrale di difesa è formata da Francesco Acerbi e dall’ex Verona Paolo Cannavaro. Meno utilizzati Gazzola e Longhi (rispettivamente a destra e a sinistra) e i centrali Ariaudo e Terranova.

CENTROCAMPO. Magnanelli è ancora in dubbio per la gara di domenica (di solito gioca lui davanti alla difesa). Al suo posto dovrebbe giocare Missiroli, che agisce solitamente da mezz’ala. Ai suoi lati Di Francesco potrebbe dare ancora fiducia al giovane Pellegrini (classe ’96 che si è messo in mostra nelle ultime partite) e a Karim Laribi. Possibili alternative sono Biondini e Duncan.

ATTACCO. Pesante l’assenza per squalifica di Domenico Berardi, costretto a saltare l’Hellas dopo il rinvio di Sassuolo-Torino. I neroverdi possono comunque contare su giocatori duttili e di qualità nel reparto offensivo. Sugli esterni si giocano un posto Sansone, Politano e Defrel  (che può giocare anche al centro dell’attacco). Mentre in avanti Di Francesco ha a disposizione Floro Flores (schierato a volte anche da esterno), Falcinelli e Floccari, che sta trovando più continuità nelle ultime partite.

L’ULTIMA VOLTA. Lo scorso anno, al Bentegodi, fu l’Hellas a imporsi per 3-2. Nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Rafael, il Verona si portò in vantaggio con Gomez, venne ripreso da un’autorete di Moras, ma poi fu una splendida doppietta di Luca Toni a regalare i tre punti ai gialloblù. Inutile la rete di Floro Flores nel finale.

(foto Getty Images per Gazzanet)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy