L’AVVERSARIA, IL NAPOLI DI SARRI

L’AVVERSARIA, IL NAPOLI DI SARRI

I partenopei arrivano a Verona dopo 7 vittorie nelle ultime 9 gare di campionato

Una delle squadre più in forma del campionato, il Napoli occupa attualmente la quarta posizione con 25 punti, alle spalle di Fiorentina e Inter (27) e Roma (26). Dopo un inizio un po’ stentato, con solo due punti raccolti nelle prime tre giornate, Sarri ha cambiato modulo, passando dal 4-3-1-2 al 4-3-3 e centrando 7 vittorie nelle ultime 9 gare (2 i pareggi). Questa la rosa a disposizione dell’ex tecnico del Verona.

DIFESA. In porta è tornato un portiere di grande affidabilità come Reina, già al Napoli due stagioni fa. Il cambio di modulo ha garantito anche maggior copertura alla difesa: dopo le sei reti subite nelle prime tre gare, il Napoli ha preso solo 2 gol nelle successive 9 (porta inviolata da quattro partite). A destra gioca l’ex Empoli Hysaj, a sinistra Ghoulam. La coppia centrale è formata da Albiol e Koulibaly, ma quest’ultimo sarà assente per squalifica: al suo posto dovrebbe giocare Chiriches.

CENTROCAMPO. In estate Sarri aveva espressamente voluto Valdifiori per affidargli le chiavi della regia, ma in breve tempo è stato scalzato dall’ex Jorginho, uno dei giocatori più in forma nel Napoli. Davanti alla difesa gioca, dunque, l’italo brasiliano, con Allan alla sua destra e Hamsik sulla sinistra. Il tecnico del Napoli, finora, ha usato pochi giocatori a disposizione in rosa, preferendo mantenere tendenzialmente gli stessi titolari. La prima alternativa alle due mezze ali è David Lopez.

ATTACCO. Higuain è senza dubbio il pericolo numero uno del Napoli, visto anche il suo rendimento in questo inizio di stagione (9 gol in 12 presenze in campionato). Il sostituto dell’argentino è Gabbiadini, che però salterà la gara di domenica per un infortunio alla caviglia nell’amichevole di ieri tra Italia e Romania. La qualità non manca neanche sugli esterni, con giocatori del calibro di Callejon, Insigne e Mertens (altro assente domenica). Come alternativa c’è anche El Kaddouri.

L’ULTIMA VOLTA. Lo scorso anno, al Bentegodi, il Verona offrì una delle sue più belle prestazioni, mettendo alle corde il Napoli di Benitez e vincendo per 2-0. A decidere la sfida, con un gol per tempo, fu una doppietta di Luca Toni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy