L’avversario: il Benevento di Bucchi

L’avversario: il Benevento di Bucchi

Mix di veterani e giovani di qualità, occhio a Coda e Insigne

di Jacopo Michele Bellomi, @jjbellomi

Il Verona torna in campo dopo la sosta e riprende con una trasferta molto insidiosa. I gialloblù, infatti, andranno a giocare sul campo del Benevento, attualmente sesto in classifica con 21 punti, due in più della squadra di Grosso.

I sanniti, allenati da mister Bucchi, proprio ieri hanno centrato l’accesso agli ottavi di finale di Coppa Italia battendo il Cittadella e regalandosi una trasferta al Meazza contro l’Inter. In campionato, però, l’andamento della squadra campana è un po’ altalenante e i risultati hanno convinto il tecnico a cambiare modulo di gioco. Dall’iniziale 4-3-3, Bucchi nelle ultime tre gare ha virato sul 3-5-2 per una maggiore copertura difensiva, riuscendo a fermare sullo 0-0 il Palermo capolista lo scorso turno.

Un mix di veterani e giovani di qualità la squadra giallorossa. Il capitano è Maggio, terzino destro con dieci anni passati al Napoli, oltre a lui ci sono altri cinque giocatori sopra i 30 anni che alzano il tasso di esperienza in campo: il portiere Puggioni, Nocerino, Costa, Volta e l’attaccante Coda che attualmente è il migliore marcatore stagionale, con sette gol realizzati. A questi si possono aggiungere anche quei calciatori che hanno giocato in Serie A, quali Viola, Antei e Letizia, ma la differenza in attacco la fa l’imprevedibilità dei giovani e il Benevento può contare su alcuni dei migliori della B: Roberto Insigne su tutti, poi Asencio e Improta, in prestito dal Genoa, Bandinelli e Ricci dal Sassuolo, per non dimenticare il centrocampista Tello, di proprietà della Juventus.

Probabile formazione (3-5-2): Montipò; Volta, Billong, Letizia; Maggio, Bandinelli, Tello, Viola, Di Chiara; Asencio, Coda;

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy