L’avversario: il Cittadella di Venturato

L’avversario: il Cittadella di Venturato

I granata non perdono da settembre grazie a una difesa bunker

di Jacopo Michele Bellomi, @jjbellomi

Match di cartello al Bentegodi: domani sera il Verona sfiderà il Cittadella, sesta contro quarta del campionato, appaiate a 26 punti nella classifica della Serie B.

Il conteggio dei punti è lo stesso, il valore discriminante è la differenza reti. A parità di gol (20), i granata, sono la squadra che ha la porta meno violata dell’intero campionato, con 12 reti incassate contro le 17 dei gialloblù. Una cifra che, correlata dai numeri dei contrasti vinti – 215 a 113 – e delle ammonizioni – 53 a 34 – permette di capire quanto sia ostico affrontare l’undici messo in campo dal tecnico Venturato e che spiega il motivo delle undici gare senza sconfitte. Il Cittadella, infatti, non perde dal 25 settembre.

All’attenzione maniacale della fase difensiva si sommano i gol degli attaccanti: i due centravanti titolati Finotto e Strizzolo finora hanno segnato nove gol in due; alle loro spalle agisce Schenetti, centrocampista adattato sulla trequarti, autore di quattro reti, una in più del capitano e rigorista Iori, mediano passato anche da Verona nel 2009, sponda Chievo.

Venturato, però, deve anche fare i conti con le assenze, visto che le squalifiche gli hanno tolto Settembrini, titolare a centrocampo. Il tecnico ha due alternative per sostituirlo: l’esperto jolly difensivo Pasa o il giovane Proia, già autore di una rete in questa Serie B. Sarà assente anche Siega, solitamente subentrante dalla panchina e pericoloso in attacco.

Probabile formazione (4-3-1-2): Paleari; Cancellotti, Camigliano, Adorni, Benedetti; Branca, Iori, Pasa; Schenetti; Finotto, Strizzolo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy