Luppi, un pirata per il Verona

Luppi, un pirata per il Verona

Il ritratto del nuovo attaccante dell’Hellas

Davide Luppi, 25 anni, originario di Trescone Balneario, in provincia di Bergamo, è un nuovo giocatore gialloblù.

Attaccante esterno, trequartista o punta, nel 2008 lascia la Primavera del Bologna e si trasferisce tra i pari età del Sassuolo, senza mai esordire in prima squadra.

Comincia, quindi, una serie di prestiti: la sua prima esperienza tra i professionisti arriva nella stagione ‘09/10, al Manfredonia in Serie C2, dove segna 6 reti in 28 presenze. Le sue prestazioni vengono notate dalle squadre della categoria superiore e l’anno dopo passa all’Esperia Viareggio, ma il giocatore non mantiene le aspettative (1 gol in 24 gare) e lo stesso succede nella stagione successiva al Portogruaro, dove Luppi non riesce ad incidere, marcando 3 reti in un totale di 30 presenze.

Queste esperienze però gli permettono di essere inserito nella rosa del Sassuolo per la Serie B 2012/13: esordisce in Coppa Italia contro l’Avellino ma non in campionato, allenandosi con professionalità per tutta la stagione, che vedrà la sua squadra vincere il torneo cadetto.

L’anno successivo decide di scendere addirittura in Serie D, alla Correggese. Luppi, in quella stagione ha un rendimento straordinario e con 29 reti in 27 partite guida i compagni al secondo posto in classifica e alla vittoria dei playoff, anche se la squadra non viene ripescata per la promozione. L’attaccante, in un’intervista a Fantagazzetta, parlava del suo momento magico: “Qui mi sento un punto di riferimento e posso esprimermi nel mio ruolo naturale, il trequartista.”

Arriviamo al passaggio al Modena. Dopo la stagione a Correggio, “il Lupo” firma un contratto triennale con il club emiliano. Segna in Coppa Italia e gioca 17 gare di campionato, senza impressionare il tecnico Novellino. Durante il calciomercato invernale, quindi, viene ceduto in prestito alla Pro Vercelli, dove termina il campionato con tre reti all’attivo in 15 partite di Serie B, convincendo il nuovo mister Crespo a dargli una seconda chance a Modena.

Questa stagione, l’attaccante bergamasco, soprannominato anche “il Pirata” per la sua particolare esultanza con una mano sull’occhio, migliora il suo score personale, andando a segno in 9 occasioni su 34 presenze in campionato. Malgrado le buone prestazioni, il Modena non riesce a salvarsi e scivola in Lega Pro.

Davide Luppi è un attaccante molto duttile e rapido, bravo nell’attaccare la profondità e dotato di un ottimo tiro. Può ricoprire tutti i ruoli offensivi del 4-3-3 di Pecchia e, probabilmente, verrà schierato come esterno sinistro, posizione da cui può rientrare e calciare con il destro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy