MATUZALÉM, IDENTIKIT DI UN PLAY IN TRINCEA

MATUZALÉM, IDENTIKIT DI UN PLAY IN TRINCEA

Il ritratto tecnico del nuovo uomo per la mediana del Verona

Matuzalém Francelino da Silva, a tutti meglio noto come Matuzalém è un nuovo giocatore del Verona.  Classe 1980, ha compiuto 35 anni il giugno scorso. Soprannominato Il Professore per le sue doti di playmaker in mezzo al campo. Sangue Sud-Americano, caliente, tutto tatuaggi e grinta. Nel 1999 il Parma lo preleva dal Vitoria Bahia e lo girerà subito al Napoli. Nel campionato 2001/02 si trasferisce al Piacenza per poi l’anno successivo approdare in terra bresciana. Nel 2004 viene trasferito allo Shakhtar Donetsk per 14 milioni. Con la squadra ucraina vince il campionato nel 2005 e nel 2006 da assoluto protagonista.

Nel luglio 2007 è ceduto al Real Saragozza, dove colleziona 14 presenza e una rete. Il 18 luglio 2008 fa il suo ritorno nel ‘bel paese’, sponda Lazio. Con la squadra biancoceleste disputa quattro stagioni, vincendo  la Coppa Italia e la Supercoppa Italiana contro l’Inter targata “Special One”.  Nel 2013 fa il suo esordio con la maglia dei Grifoni segnando un solo gol, nel derby della Lanterna.

L’anno successivo passa al Bologna in serie B totalizzando 40 presenze. Ora, il giocatore brasiliano è approdato alla corte di Andrea Mandorlini che ne saprà fare sicuramente buon uso, visto la non più giovane età del calciatore che al tecnico ravennate di certo non dispiace. Giocatore mancino, duttile a centrocampo, dove può ricoprire sia il ruolo di “play” in un centrocampo a tre ma che può coprire a seconda dei casi anche il ruolo di regista con propensione offensiva. Il brasiliano svolgerà le visite mediche questo pomeriggio, successivamente il tesseramento.

Alessandro Agnoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy