Pagelle Hellas: troppo brutti (e pure veri)

Pagelle Hellas: troppo brutti (e pure veri)

La grinta di Zuculini, la rapidità di Verde e poi non c’è altro

di Matteo Fontana, @teofontana

Nicolas 5

Cancella con l’errore clamoroso che permette a Lemos di risolvere la partita tutte le (ottime) parate precedente. Tra il Bologna e il Sassuolo gli sbagli sono più decisivi degli interventi effettuati.

Romulo 5

Va a destra, da terzino, ruolo cui si adatta con poca convinzione. Non spinge mai e in fase difensiva non è ineccepibile. Sta attraversando una fase di netto calo di forma.

Ferrari 5,5

Cerca di proteggere l’uscita di Nicolas sulla rete del Sassuolo, ma il portiere s’impappina. Aveva salvato bene, in avvio, su Politano, ma la sua prestazione non offre sufficienti garanzie, soprattutto nel secondo tempo.

Vukovic 5,5

Si mostra nervoso, duella con Berardi e Politano e lo fa bene soltanto a intermittenza. Passo lento, appannato fisicamente. Cerca di crederci, ma è tutto invano.

Souprayen 5

Di nuovo una prova inconsistente. Non si sa che cosa gli manchi di più: la spinta in avanti, la copertura dietro. Insufficiente.

Zuculini 6

Perlomeno lui ha grinta in abbondanza e non si risparmia mai. Peccato che le ginocchia siano limitate dalle operazioni subite e che i muscoli siano condizionati. Quando esce, il Verona smarrisce quel poco di spirito che si era visto.

Danzi 5,5

Pecchia lo lancia da titolare, al debutto da professionista, e inevitabilmente sconta le timidezze dell’esordio. Si vede poco, ma il talento c’è e avrà modo di dimostrarlo in futuro.

Valoti 5

Sembra che si sia fermato alla doppietta con il Torino. Gioca da mezzala, prova a interdire, vorrebbe costruire gioco ma non ci riesce.

Cerci 5

Da ala destra a centravanti, nel corso di una partita opaca dall’inizio alla fine (o meglio, alla sostituzione). Non un colpo d’estro, non un tocco che accenda il gioco.

Fares 5

Come Cerci, passa da un ruolo all’altro esprimendo poco o nulla. Non gli manca la generosità, ma è francamente il minimo possibile.

Verde 6

Se il Verona riesce a creare qualcosa è merito suo. Un paio di scatti, alcuni cross invitanti, il dribbling cercato e mai banale. Dopo esaurisce le batterie e non ne ha più.

 

Matos 5

Anonimato completo.

Lee 5,5

Non incide.

Petkovic 5

Non lo vede nessuno.

 

Pecchia 4,5

La situazione, già di per sé precaria, gli è sfuggita di mano. Eppure per un tempo, fino al gol di Lemos, il Verona aveva mostrato aggressività e buon piglio. Una volta sotto, l’Hellas si squaglia e le sue scelte appaiono affrettate, e per questo sbagliate. La salvezza è sempre più lontana e i giocatori, in campo, si muovono senza organizzazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy