Pagelle Verona: Caracciolo patatrac, Siligardi smarrito, Luppi lotta

Pagelle Verona: Caracciolo patatrac, Siligardi smarrito, Luppi lotta

Difficoltà per Bianchetti, Fares entra e sbaglia, Fossati fa il mediano

NICOLAS 6

Pezzo di bravura di Falco (con la cooperazione della friabile difesa dell’Hellas), tocco facile per Ciciretti, lanciato da Fares: sui gol non ha responsabilità. Poi sorveglia, ma resta la sconfitta.

 

PISANO 6

Se dietro il Verona non imbarca più acqua lo si deve alla sua attenzione. Va in chiusura quando le punte veloci del Benevento fuggono via. Ma non può essere ovunque.

 

BIANCHETTI 5,5

Alcune cose buone, altre tutto il contrario. Non riesce a tamponare su Falco, concedendogli lo spazio per la battuta da fuori che inclina la gara verso la sconfitta del Verona.

 

CARACCIOLO 4,5

Il suo intervento è netto e scomposto, Ceravolo era scappato giocando con il fisico e sorprendendolo con elementare facilità. Espulsione condizionante perché arriva prestissimo.

 

SOUPRAYEN 6

Occorre ripetere il solito giudizio: convince quando spinge, non quando difende. Incerto anche lui sulla rete di Falco, è però incisivo in fase di spinta e impegna Cragno, lesto a sbarrargli la porta.

 

ROMULO 6

Inizia con lena, ma il “rosso” a Caracciolo gli impone di andare a fare il terzino destro. Il compito lo esegue con dedizione, ma non può permettersi di lanciarsi in avanti alla garibaldina.

 

BESSA 6

Di palloni gliene passano a decine, li smista con ordine e non di rado con buone intuizioni. Non gli si può chiedere di fare legna per poco meno di 90’: l’inferiorità numerica che condiziona l’Hellas pesa molto anche su di lui.

 

FOSSATI 6

Partita di sacrificio, tant’è che si segnala per un paio di interventi fondamentali in difesa. Si adatta a mansioni da mediano e non da geometra qual è.

 

SILIGARDI 5

Sbaglia in avanti delle conclusioni – una su tutte, dopo pochi minuti nella ripresa – che avrebbero cambiato il corso della partita. Ma, in senso più ampio, è vaporoso, mai concreto.

 

GANZ 5,5

Torniamo al discorso di prima: col Verona sollecitamente con un uomo in meno deve adeguarsi. La minestra è insipida, visto che da perno offensivo gli arrivano palloni centellinati. Pecchia lo toglie all’intervallo.

 

LUPPI 6,5

Il migliore per combattività. Gli devono appiccicare sempre appresso il raddoppio di marcatura, sennò non lo terrebbero. Punge e crea.

 

 

GOMEZ 5,5

Tenta di aumentare la pressione avanzata del Verona, ma il suo non è un tango, bensì un andamento lento.

FARES 5

Entra con poca concentrazione e nel finale regala a Ciciretti il bis che manda in archivio la partita.

CAPPELLUZZO 5,5

Non riesce a dare spessore in attacco.

 

PECCHIA 5,5

Il danno iniziale non consente di analizzare fino in fondo scelte e soluzioni adottate. Tuttavia restano alcune certezze: è un Verona che non rinuncia mai a giocare, ma anche una squadra che si prende rischi eccessivi. Urge più equilibrio, pur senza perdere la mentalità che c’è.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy