Pagelle Verona: è crollo totale

Pagelle Verona: è crollo totale

Soltanto Calvano e Valoti meritano la sufficienza. Romulo, che sbagli. Difesa confusa e in crisi

di Matteo Fontana, @teofontana

NICOLAS 5,5

Prende altri tre gol: sono 71 al passivo per il Verona in questo campionato, 68 li ha incassati lui. Non che abbia colpe spefiche, ma non sembra trasmettere sufficiente tranquillità alla difesa.

FERRARI 5

Viene travolto sulla sua corsia di competenza, su cui la Spal spesso è arrembante. Conferma l’involuzione subita nelle ultime settimane.

CARACCIOLO 5

Appena il pallone arriva in area si mostra in apprensione. Il crollo definitivo dell’Hellas in queste settimane ha condizionato anche lui.

VUKOVIC 5

Aveva cominciato bene, anzi benissimo, l’esperienza con il Verona. Dopo il suo calo è stato tanto netto quanto inesorabile. Si scioglie minuto dopo minuto, fino a dare campo libero all’attacco della Spal.

FARES 5

Sfortunato sull’autogol: la palla gli piove addosso e viene tratto in inganno dalla traiettoria. Bella folata, poi sprecata calciando addosso a Gomis (ma Cerci lo ostacola), nel secondo tempo. Riproposto da terzino sinistro, la girandola di cambi di posizione non gli giova.

ROMULO 4,5

Pochi scatti all’inizio, prima di dissolversi e di commettere una lunga serie di errori, in avanti e in copertura. Del Verona è il capitano, dovrebbe esserne anche il trascinatore, ma non è in grado di farlo per quanto sarebbe necessario, o perlomeno questo è quel che dimostra adesso.

CALVANO 6

Si salva con ampio margine di vantaggio sugli altri giocatori del Verona. Combattivo, sempre in partita, esemplare per carica agonistica. E non per caso esce prendendosi degli applausi.

VALOTI 6

Segna un gol di fino, ben imbeccato da Petkovic. Poi manovra con intelligenza, finché non avverte un fastidio muscolare che lo ferma, costringendolo a uscire dopo pochi minuti nella ripresa.

CERCI 5,5

Concetto ribadito: se la condizione lo regge sa essere ancora decisivo. Peccato che la sua forma, dopo tre mesi e mezzo fuori, non gli consenta di andare oltre un certo limite. Così si smorza alla distanza e non può più incidere.

PETKOVIC 5,5

Manca un gol, un altro se lo inventa servendo con il cesello Valoti. Si fa valere in rifinitura, ma accusa il calo dell’Hellas e finisce ai margini delle azioni del verona, senza influire ulteriormente.

MATOS 5

Fumoso, dribbla senza efficacia, allungandosi sulla fascia in modo impreciso. Gli manca la brillantezza, dovrebbe dare di più e invece non si nota mai.

 

FOSSATI 5,5

Entra al posto di Valoti e cerca di dare ordine al gioco, ma ormai il Verona è in barca.

VERDE 5,5

Pochi colpi d’estro, peraltro svaniti nel deserto dell’attacco dell’Hellas.

LEE 5,5

Ammonito per simulazione, poi basta.

 

PECCHIA 4,5

Restano invariati i difetti, non corretti, di questa stagione. Il Verona, appena prende gol, si smarrisce, va in confusione, perde le coordinate più elementari. La cronaca di una retrocessione annunciata passa per questi guai e per troppi cambiamenti indecifrabili. Fare le nozze coi fichi secchi è dura per tutti, ma l’arte di arrangiarsi c’è sempre stata poco in questo Hellas. O, se non altro, non è bastata per resistere.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy