Pagelle Verona, Romulo corre ma sbaglia, Matos che errore

Pagelle Verona, Romulo corre ma sbaglia, Matos che errore

Nicolas beffato da Medeiros, Danzi ha personalità. Fares ultimo ad arrendersi

di Matteo Fontana, @teofontana

NICOLAS 6

Beffato da Medeiros sul gol dell’1-0, su cui può fare poco, perché è coperto. Non ha responsabilità sulla rete di Bessa, men che meno sulla magia di Pandev. Para bene su Laxalt.

BEARZOTTI 5,5

Si rivede in campo dopo un’eternità. Fatica parecchio, dalla sua parte il Genoa spinge forte e non è semplice contenerlo.

CARACCIOLO 5,5

Alcune buone coperture, altre titubanze. Nel complesso non riesce a dare sufficiente sostegno alla difesa dell’Hellas.

VUKOVIC 6

L’Hellas, in particolare nel primo tempo, non va a picco con largo anticipo grazie a delle chiusure che non fa mancare. Poi, ed è inevitabile, non può più reggere.

SOUPRAYEN 5,5

Solito copione: non spinge e non copre. La volontà non basta, ovviamente.

ROMULO 6

Sbaglia un gol che pare agevole, ha anche un’altra chance che svanisce, ma se non fosse per lui il Verona non sarebbe mai in partita. Preciso dal dischetto, gli manca la continuità di rendimento.

DANZI 6

Al ragazzo non difetta la personalità. Chiedergli di prendere per mano una squadra in crisi perenne come l’Hellas sarebbe troppo, ma è giusto insistere con lui.

VALOTI 5,5

Tenta di incidere in interdizione, non si nota mai quando deve, o dovrebbe, costruire.

MATOS 5

Si divora un gol fatto, non si nota mai.

CERCI 5,5

Non molla, dal suo piede nasce il rigore dopo trasformato da Romulo, però non riesce a essere sempre pungente come sarebbe necessario per risollevare questo Verona che non sa farsi valere in avanti.

FARES 6

Ha il merito di arrendersi per ultimo e di essere il primo a rendersi pericoloso, con un traversone che Matos spreca. Spesso vituperato, in realtà è uno dei pochi a mostrare, se non altro, di essere generoso.

 

VERDE 5,5

Pochi guizzi.

PETKOVIC 5

Ininfluente in attacco.

LEE ng

 

PECCHIA 5

La retrocessione è a un passo. I limiti dell’organico sono sempre stati chiari, ma l’involuzione di molti giocatori dimostra che lui per primo non è riuscito a cavare qualcosa di più da un gruppo con oltre, troppe carenze espresse fin dall’estate.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy