Pazzini, le parole di Pecchia: “Con lui rapporto diretto e onesto”

Pazzini, le parole di Pecchia: “Con lui rapporto diretto e onesto”

L’allenatore del Verona sul centravanti: “Faccio delle scelte per vincere”

Ancora Fabio Pecchia sul momento del Verona e le condizioni dei gialloblù: Per me la squadra non è composta dal nome ma è un’anima. Quando si crea un’anima di gruppo si migliora e può permettere di raggiungere alcuni obbiettivi. Io credo fortemente nella mia squadra e nel mio gruppo”.

Poi: “Matos è avvantaggiato perché ha una certa esperienza in Serie A. Petkovic è un buon giocatore da definire meglio. Aarons ha grandissime qualità tecniche, è chiaro che il suo inserimento devo accelerarlo, può essere molto utile all’Hellas”.

Interpellato su Pazzini, il tecnico del Verona commenta: “Non ho nulla da dire. Con lui in 18 mesi ho avuto il rapporto più diretto e onesto che abbia mai avuto in carriera. Calvano non sapevo chi fosse, Fusco mi ha detto che era un buon giocatore, poi si è allenato con noi e mi è piaciuto. Quando dico che faccio scelte tecniche è la verità. Io faccio scelte per vincere”.

Dopo: “Non ho stravolto questo chissà cosa. La disponibilità di Ferrari è venuta meno, quindi ho preferito giocare con Romulo terzino visto che è un ruolo che ricoperto molte volte. Sul discorso degli esterni non mi sembra molto difficile. Serve per non dare punti di riferimento. A Firenze è stato un vantaggio. Bisogna avere un ordine tattico, ma la squadra nelle ultime gare l’ho vista con un buon ordine. Poi il fatto che ci siano troppi errori è indiscutibile. Ieri tra le varie cose in cui sono “sbroccato” è stata una ripartenza su calcio d’angolo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy