Pecchia: “Giochiamo per fare punti contro tutte, a Napoli con personalità”

Pecchia: “Giochiamo per fare punti contro tutte, a Napoli con personalità”

Il tecnico gialloblù: “Mercato? Siamo corti, la società ha le idee chiare”

Fabio Pecchia, allenatore dell’Hellas, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match con il Napoli.

Come si rimane in partita al San Paolo? “Con la Juventus ci siamo stati per 70 minuti, dobbiamo essere convinti di fare le cose giuste. In queste gare, poi, tutto deve andare nel verso giusto”.

Tornano Fares e Bruno Zuculini? “Sì, il recupero di Momo era previsto. Bruno ha avuto qualche intoppo e domani vedremo se sarà al meglio per giocare”.

Formazione? “Voglio dare continuità al blocco che ha fatto una grande prestazione con la Juve, devo valutare solo la condizione di Bruno”.

Sarri chiede un Napoli più cattivo, tu? “Tutti devono metterci qualcosa in più. Loro sono primi in classifica con merito, se noi vogliamo raggiungere la salvezza dobbiamo dare di più. Con la Juve siamo usciti sconfitti ma rafforzati a livello mentale, dobbiamo affrontare la gara con la stessa personalità. Giochiamo per fare punti contro tutte, anche se a volte ci sono più possibilità di riuscirci”.

Torni a Napoli, seduto sulla panchina del Verona: “Mi è capitato poche volte di andarci da avversario, è un’emozione particolare e per me è uno stimolo in più a fare le cose fatte bene. La mia squadra deve dimostrare il suo valore”.

Sul mercato: “Siamo corti, non è mancanza di qualità. Rischiamo di essere in emergenza solo con un’influenza. La società ha gli obiettivi chiari, sono sereno”.

L’ultima di Caceres? “Non è un pensiero che mi passa per la testa. Martin farà una grande prestazione, è cresciuto di partita in partita e si è visto in campo. È un grande professionista, si allenato con totale dedizione dal primo giorno”.

Sull’ammonizione del giudice sportivo: “Gli organi competenti hanno fatto le loro valutazioni. Spero che la curva non venga chiusa perchè il nostro pubblico ci serve”.

Sul caso Albertazzi: “Gli auguro il meglio da professionista e che possa esprimere il suo valore”.

Jorginho vale più di Verratti? “C’erano tanti dubbi sul giocatore, poi fece un girone di ritorno straordinario a Napoli. È un giocatore di un’intelligenza calcistica superiore, la differenza è che Verratti ha una visibilità diversa, avendo giocato in un top club”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy