Pro Vercelli, Varini: “Il Verona ha Pazzini, ma anche La Mantia è da Serie A”

Pro Vercelli, Varini: “Il Verona ha Pazzini, ma anche La Mantia è da Serie A”

Il ds del club piemontese: “Ora siamo una vera squadra di B”

Tre vittorie nelle ultime quattro giornate e l’ultima, ieri, in rimonta e allo scadere nel derby col Novara. La Pro Vercelli ha spiccato il volo, e il direttore sportivo Massimo Varini, a tuttomercatoweb.com, non nasconde la soddisfazione. “È stata una gioia speciale – dice il ds – sia per i nostri tifosi che per il presidente che dal suo insediamento non aveva ancora vinto contro il Novara. Rispetto alle prime giornate siamo senza dubbio più concreti, più sporchi. Adesso, in sintesi, siamo diventati una squadra di Serie B”. Sul torneo Varini aggiunge: “Detto che è presto per dare giudizi sia sulle possibili rivelazioni che sulle grandi in crisi, credo che quest’anno il campionato sia più equilibrato. Non c’è, ad esempio, una squadra materasso come lo scorso anno è stata il Como. Davanti, invece, c’è il Verona che è senza dubbio la più forte del campionato ma non è al livello del Cagliari dello scorso anno”.

Il dirigente del club piemontese si sofferma su Giampaolo Pazzini: “È un giocatore importante sia in Serie A che in Serie B. Quando si scende di categoria è molto importante lo spirito con il quale ci si approccia alla realtà. Pazzini è stato bravo a capire subito quale doveva essere il suo compito, prendendosi le responsabilità da giocatore cardine del progetto”.

Un bomber ce l’ha anche la Pro Vercelli, Andrea La Mantia, autore di sei gol in nove presenze tra Tim Cup e Campionato.

“Stiamo parlando di un ragazzo che in area di rigore è davvero fortissimo – spiega Varini –  che sa attaccare la palla come i grandi giocatori. Può ancora crescere sul gioco di squadra fuori dall’area ma sta già migliorando. Ha potenzialità da categoria superiore. La sua è una scommessa che ci sentivamo di fare che ci sta ripagando”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy