Pubblicità e informazioni ingannevoli, DAZN multata

Pubblicità e informazioni ingannevoli, DAZN multata

Sanzione di 500mila euro

di Eric Sartori, @sartori_eric

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiuso l’istruttoria verso DAZN avviata nel mese di agosto. Alla società detentrice dei diritti tv di Serie B è stata comminata una sanzione di 500mila euro.

La sanzione arriva a causa di pubblicità e informazioni ingannevoli nei confronti degli utenti. In particolare modo, AGCM, punta il dito sulla dicitura “quando vuoi, dove vuoi“, spesso utilizzata nei messaggi pubblicitari, senza che questa faccia riferimento alle limitazioni tecniche che potrebbero arrecare difficoltà nella visione.

Sotto gli occhi dell’Autorità anche il mese di prova gratuito offerto dal servizio. Questo veniva definito in modalità ingannevole con la precisazione che non avrebbe implicato la sottoscrizione di un contratto di abbonamento. Invece, la creazione dell’account con il mese di prova determinava la conclusione del contratto con DAZN che, in assenza di disdetta, avrebbe comportato il pagamento a listino dei mesi successivi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy