ROMULO C’È O NON C’È? QUEL DUBBIO CHE RESTA

ROMULO C’È O NON C’È? QUEL DUBBIO CHE RESTA

L’italo-brasiliano chiede più spazio, ma intanto resta in panchina

Lui dice di essere pronto a giocare dal 1′. Di aver bisogno di mettere minuti nelle gambe per migliorare una condizione fisica limitata da un anno di pressoché totale inattività.

Intanto, però, Romulo rimane in panchina. Uno sprazzo con la Roma al debutto in campionato, e poi l’italo-brasiliano ha fatto da spettatore, non entrando né con il Genoa né con il Torino.

Il dubbio resta, allora: Romulo sta bene o no? Andrea Mandorlini ha spiegato che sta crescendo. Prima della gara di domenica, a precisa domanda, aveva lasciato capire che gli sarebbe piaciuto dargli abbondante spazio. Dopo la partita ha preso altre pieghe e non c’è stato nulla da fare, le sostituzioni in corso sono state altre.

Romulo, per una squadra come il Verona, è da considerarsi un pezzo pregiatissimo. Pensare che possa essere subito il martello devastante di due anni è esagerato e sarebbe utopistico. Ma che vada rilanciato alla svelta, beh, questo è certo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy